SORRENTO: PREVISTI ALTRI QUATTRO PARCHEGGI INTERRATI A MARANO, ANTONETTI (IDV) CHIEDE SPIEGAZIONI.

0

Spett.le Comune di Sorrento (NA)

C.a. Sindaco, Avv. Giuseppe Cuomo.

 

 

 

OGGETTO: P.U.C. (PIANO URBANSITICO COMUNALE) RATIFICATO IN DATA 6 DICEMBRE 2010 – REALIZZAZIONE DI N. 4 PARCHEGGI INTERRATI ALL’INTERNO DEL QUARTIERE DI MARANO – INTENZIONI FUTURE DA PARTE DEL SINDACO DEL COMUNE DI SORRENTO.

 

Si ritiene opportuno segnalare al Comune di Sorrento, in persona del Sindaco Giuseppe Cuomo, la seguente situazione inerente ai progetti che il Piano Urbanistico Comunale (P.U.C.) del Comune di Sorrento prevede, in materia di parcheggi, per il quartiere di Marano.

Detto strumento urbanistico, già adeguato alla delibera del Consiglio Comunale di Sorrento n. 35 del 17 settembre 2007, poi modificato secondo le prescrizioni dell’Ente Provincia di Napoli in sede di Conferenza dei Servizi del 5 novembre 2010, successivamente ratificato, tra mille polemiche, in Consiglio Comunale in data 6 dicembre 2010, ora è in attesa di approvazione mediante Decreto del Presidente della Provincia Di Napoli, On. Luigi Cesaro (Pdl) e pubblicazione sul Bollettino Ufficiale della Regione Campania.

E’ proprio dall’esame della tavola grafica allegata al P.U.C. che si apprende, con grande stupore, che nella zona di Marano è prevista la realizzazione di ben 4 parcheggi interrati, di cui 2 al posto di agrumeti e limoneti; inoltre è prevista una assurda variante in aumento (con abbattimento di tutti gli alberi del vicino fondo agricolo) del contestato megaparcheggio con accesso da via Rota, i cui lavori sono attualmente al vaglio della Procura della Repubblica di Torre Annunziata.

Segnatamente i parcheggi interrati sono previsti nelle zone di seguito indicate:

a) fondo agricolo nei pressi del “Campo Italia” con accesso da via Rota, direzione Sant’Agnello;

b) appezzamento di terreno retrostante la stazione di rifornimento carburante “Esso”;

c) area di pertinenza della Scuola Elementare Angelina Lauro, ora adibita a campo di basket;

d) piazzale sul quale attualmente sorge la pompa di benzina “Agip”;

e) variante per ampliamento del parcheggio con accesso da via Rota, già in corso di realizzazione.

Sono evidenti le assurde conseguenze di detta “previsione edilizia” per il futuro degli abitanti del quartiere di Marano; la politica di realizzazione di un posto macchina per ogni automobile esistente è per la nostra amata terra tanto demenziale quanto devastante per il futuro dei nostri figli, ai quali lasceremo una città di cemento e parcheggi, peraltro privati e pertinenziali che in pochi potranno economicamente permettersi.

E’ nostro dovere informare i cittadini su come il loro quartiere sarà stravolto, mettere a conoscenza i proprietari ed affittuari di appartamenti del rischio per la staticità dei loro fabbricati causato dalla invasiva presenza di lavori di scavo, come già documentato dal parere del geologo prof. Ettore Mastrogiacomo (pubblicato sul sito web www.politicainpenisola.it).

E’ necessaria quindi, da parte del Comune di Sorrento, dei relativi Uffici Lavori Pubblici-Urbanistica ed Edilizia privata, delle Commissioni Edilizie Comunali ed Integrate, nonché degli Assessori con relative deleghe, una forte attenzione nell’analisi delle future pratiche edilizie, così da evitare il ripetersi di situazioni incresciose e deleterie, per l’immagine della nostra Sorrento, quali, ad esempio, la nota vicenda del parcheggio privato di via Rota o il sequestro del parcheggio pubblico di via Correale, oggetto addirittura della cronaca regionale e nazionale.

E’ bene inoltre chiarire che non siamo contrari, a priori, alla realizzazione di pochi e necessari parcheggi, purchè sorgano in zone realmente strategiche, al di sotto di aree già asfaltate senza abbattimento di alcun agrumeto o polmone verde (ad es. zona “Terminal”, attuale parcheggio a raso nei pressi del Tribunale, superficie sottostante alla stazione della Circumvesuviana), ma che siano soprattutto PUBBLICI, di cui tutti i cittadini (indipendentemente dalle loro possibilità economiche!!!!) possano fruire con applicazione di un tariffario comunale agevolato; al contrario continueremo ad opporci e lottare contro operazioni edilizie meramente speculative per la costruzione di boxes privati, che danneggiano l’ambiente della nostra città e fanno arricchire sempre gli stessi pochi possidenti sorrentini.

Tanto premesso, esposto ed enunciato,

vista la gravità ed urgenza della questione,

chiedo formalmente a Giuseppe Cuomo, Sindaco del Comune di Sorrento,

a) se allo stato esistono pratiche edilizie in corso per la realizzazione dei menzionati quattro parcheggi interrati in località Marano, oltre la variante indicata al parcheggio in via Rota;

b) di conoscere e rendere pubblica alla cittadinanza, la politica che il Comune di Sorrento intende adottare in merito alla realizzazione di detti parcheggi, in relazione, tra l’altro, alla tutela dell’ambiente, alla staticità dei fabbricati esistenti e circostanti, nonché alla viabilità.

 

Fiducioso nella rinnovata volontà di dialogo dell’amministrazione comunale per l’anno 2011, a beneficio e nell’interesse esclusivo dei concittadini sorrentini che ripongono fiducia nella volontà di collaborazione tra tutti i partiti e movimenti civici, attendo pronto riscontro e porgo i migliori auguri per un felice anno nuovo.

 

Sorrento (NA), 13 gennaio 2011.

 

                     Avv. Giovanni Antonetti

Partito “Di Pietro-Italia dei Valori”, sezione di Sorrento .