Salerno anno nuovo scuole nuove i trasferimenti e accorpamenti in provincia

0

 

Con il nuovo anno scolastico saranno eliminate le autonomie didattiche di istituti con meno di cinquecento alunni. Il piano varato dalla Provincia, ora sottoposto all’approvazione regionale, recepisce questa prescrizione di legge e prevede soppressioni e accorpamenti.«Le aggregazioni riguardano solo le direzioni, le scuole restano aperte – ha spiegato l’assessore Nunzio Carpentieri – e nella maggior parte dei casi abbiamo recepito le istanze di direttori didattici e amministrazioni comunali. • Per le scuole inferiori, le autonomie soppresse sono quelle di Angri: il circolo didattico (accorpato al Galvani) e la media Smaldone, che confluisce nella Opromolla. Si aggregano (con sede principale a Novi Velia) le scuole materna, elementare e media di Novi Velia, e le elementari e materne di Cannalonga e Moio della Civitella. Aggregate in un’unica autonomia anche materna, elementare e media di Roccadaspide, con le materne e elementari delle frazioni Fonte, Serra, Doglie e Tempalta. • Per le superiori perdono l’autonomia l’istituto Gloriosi di Battipaglia (che confluisce nel polo tecnico con il Besta), il Valitutti di Roccadaspide (che si associa al Parmenide) e tre istituti di Sapri: Ipaa e Ipsar e Ipsia. Di questi tre, i primi due formeranno un unico istituto di istruzione superiore con i licei Pisacane e Galilei di Sapri e con il Galilei di Centola; l’Ipsia si assocerá invece al Da Vinci di Sapri. • A Salerno l’Ipsia Trani si sgancia dai plessi di Sarno e Nocera Inferiore, che costituiranno insieme un nuovo polo professionale. Scorporo anche per l’Ipsar Virtuoso: l’istituto salernitano resta autonomo, mentre il plesso di Battipaglia confluisce nel polo professionale di Battipaglia con Ipsia Ferrari, Itis e Ipaa.Un terzo polo professionale associa gli Ipaa di Salerno, Angri, Castel San Giorgio e della frazione Gromola di Capaccio. A Nocera L’Ipsar perde la competenza sul plesso di Siano, che confluisce in un polo con gli istituti di Cava de’ Tirreni Filangieri e Ipsar, e con l’Ipsc di Siano. • Ci sono anche plessi che cambiano sede, soprattutto in Costiera amalfitana, in forza di sfratti e rescissioni contrattuali.Da Amalfi si trasferiscono a Maiori l’istituto per il turismo Flavio Gioia, l’Itc Comite e l’Ipsct; si sposta invece a Minori il plesso per il turismo di Maiori. Un trasloco anche nell’Agro nocerino: dovranno andare a Nocera Superiore gli studenti del Vanvitelli di Roccapiemonte. (c.d.m.)

Lascia una risposta