Capaccio. Ladri d´inverno, ripuliti due lidi chiusi

0

CAPACCIO. Saccheggiati, nella notte di ieri, due lidi del litorale di Paestum. Ignoti hanno portato via, dagli stabilimenti balneari Mediterraneo e Kennedy, siti a due chilometri l’uno dall’altro, un ingente quantitativo di materiali ed attrezzature estive del valore di diverse migliaia di euro. Dal lido Kennedy, di proprietà dell’imprenditore capaccese Roberto Squecco, in particolare, sono state scassinate tutte le cabine riservate ai bagnati d’estate e trafugati oltre cento tra lettini, ombrelloni e sedie sdraio, per un totale di circa 20mila euro. Dopo aver divelto una staccionata esterna, i ladri sono penetrati all’interno della struttura, asportando la refurtiva approfittando dell’oscurità. Vista l’enorme quantità di merce, è possibile che i malviventi abbiano programmato il colpo recandosi sul posto con un automezzo per caricare il tutto. Al lido ristorante Mediterraneo, invece, la presenza di saracinesche in alluminio agli ingressi ha impedito ai ladri di introdursi direttamente nello stabilimento balneare, ma non di portare via diverse sedie, tavolini e complementi d’arredo custoditi nella tendo-struttura antistante il lido stesso, nella quale si sono introdotti squarciando uno spesso telone in pvc, presumibilmente con un’arma da taglio, rubando finanche due telecamere di videosorveglianza: accortisi probabilmente dell’impianto di allarme, infatti, gli impostori ne hanno strappato tutti i relativi dispositivi installati, in alto, sulle pareti. Il danno ammonta ad oltre 3mila euro, ma già all’inizio dello scorso mese di giugno, dal noto lido di proprietà del consigliere comunale Leopoldo Marandino, sparirono in piena notte due enormi televisori al plasma installati all’interno della struttura, che tra l’altro in inverno è sorvegliata, nelle ore notturne, da un apposito guardiano, il quale, presente anche ieri notte, non si sarebbe però accorto di nulla durante la solita ronda attorno al lido per controllare la situazione. I proprietari hanno sporto, ieri mattina, regolare denuncia alla locale stazione dei carabinieri di Capaccio Scalo, capitanata dal maresciallo Gerardo Leo. La dinamica del doppio colpo lascerebbe pensare ai medesimi responsabili e ad un furto su commissione.

Alfonso Stile Il Mattino

scelto da Michele Pappacoda