Salerno Inchiesta termovalorizzatore Criscuolo e Basile in Procura continua lo scontro Cirielli De Luca

0

L’inchiesta della Procura sul termovalorizzatore si allarga. Il pm Roberto Penna ha sentito come persone informate sui fatti il direttore del settore impianti e manutenzioni del Comune di Salerno, Matteo Basile, e l’ex ingegnere capo Lorenzo Criscuolo, dal settembre scorso transitato nei ruoli dirigenziali della Provincia di Salerno. Nulla è trapelato sul contenuto dell’incontro anche se è intuibile che in questa fase delle indagini il magistrato sia impegnato raccogliere quanti più elementi possibili per sorreggere l’impianto accusatorio. Abuso d’ufficio è l’ipotesi di reato che viene contestata al sindaco di Salerno, Vincenzo De Luca, al suo capostaff, Alberto Di Lorenzo. Abuso d’ufficio per aver De Luca nominato, in qualità di commissario per la realizzazione del termovalorizzatore, Di Lorenzo project manager dell’inceneritore con funzioni, si specifica nell’atto commissariale, di gestione operativa del progetto e con compiti di organizzazione del gruppo di lavoro. Una nomina che è stata duramente contestata, proprio alcuni giorni fa, dal presidente della Provincia, Edmondo Cirielli, che la ritiene illegittima, al quale il capostaff di De Luca ha risposto con la minaccia di querela. Ma al di là delle inevitabili ripercussioni politiche che il caso giudiziario sta suscitando, c’è da soffermarsi su un particolare negli atti scritti che sicuramente avrà destato anche l’attenzione del pm Penna. L’ordinanza n. 3 del 14 febbraio 2008, firmata dal commissario delegato De Luca, procede alla nomina del responsabile unico del procedimento (Rup), nella persona dell’ingegnere Domenico Barletta, dirigente del settore Impianti e Servizi Tecnologici del Comune di Salerno, e del gruppo di progettazione coordinato dall’ingegnere Lorenzo Criscuolo, all’epoca dirigente del settore Lavori pubblici, composto da tecnici e personale amministrativo. Tra gli altri incaricati «della redazione dello studio di fattibilità dell’intervento nonché della progettazione preliminare dell’impianto» c’è anche Alberto Di Lorenzo. Il 18 febbraio 2008, però, l’ordinanza n. 4 modifica e integra quella precedente nominando «il dottor Alberto Di Lorenzo, direttore dello staff del sindaco del Comune di Salerno, project manager con funzioni di gestione operativa del progetto e compiti di coordinamento e organizzazione del gruppo di lavoro costituito da tecnici e personale amministrativo» . Al posto di Criscuolo la cui nomina dura solo quattro giorni. Perché? G. B.

Gabriele Bojano

Corriere del Mezzogiorno

scelto da Michele Pappacoda