Da Praiano a Sorrento con la Sita giornate d´inferno durante le feste

0

Oggi è una bella giornata, c’è il sole ed inoltre non si lavora poiché è domenica, quindi usciamo ed andiamo in costiera! Tutto bello, tutto meraviglioso se non fosse per i soliti disservizi della Sita!

Ti racconto la mia personale esperienza che, al di là del diverso modo di vivere la giornata, si è conclusa alla fine in modo comune per tutti i passeggeri, o almeno per chi è riuscito ad esserlo.
Raggiungiamo Montepertuso in auto e, lasciatala lì, ci godiamo le meraviglie che ci offre il sentiero degli dei per poi raggiungere Praiano scendendo da Colle Serra; giunti a Praiano decidiamo di prendere l’autobus delle 16.25 per Sorrento, ma nel momento dell’arrivo del bus ci accorgiamo di un mezzo ormai già pieno di persone anche in piedi.
Con grande fortuna ed un po’ di spintoni riusciamo a salire spronati da un autista, più o meno a ragione, furibondo, ma dal quel momento intraprendiamo un viaggio in piedi (per nostra fortuna solo fino a Positano) lungo il corridoio stipati come le sardine. Siamo stati fortunati poiché lungo la strada ci sono decine di turisti e residenti che non riusciranno a salire sull’autobus, tra di loro qualcuno non era stato già preso dal bus precedente il nostro, ed è inutile raccontare le loro arrabbiature per il disagio subito il quale poi si sarebbe tramutato per alcuni in ulteriori ritardi nel prendere treni e bus che li avrebbero riportati a casa!
 
Siamo in una zona ad alta vocazione turistica e nei giorni di festa si sa che il numero di visitatori aumenta, soprattutto in posti come la costiera dove il mezzo per spostarsi migliore è senz’altro il pullman, quindi perché non mettere qualche corsa in più dal 24 dicembre al 6 gennaio?
Non prendi la macchina, non aumenti il traffico, ma vorrei fare un viaggio non dico comodo… almeno dignitoso… in piedi… stretti… le curve… destra… sinistra… stop… ripartenze… aria viziata; io personalmente insieme a tre amici ho viaggiato solo fino a Positano, ma chi doveva andare al capolinea ovvero Sorrento avrà fatto un viaggio da inferno.
Gennaro Cioffi