Positano. Una discarica su Santa Maria del Castello incombe sul paese

0

Riceviamo e pubblichiamo

Spett. Redazione Positanonews e carissimi amici redattori e lettori di Positanonews, volevo informare tutti gli abitanti della costiera di una questione davvero molto importante e che riguarda la salute delle nostre acque. Mi scuso se ho tardato nello scrivere questa lettera ma, nonostante mi sia rivolto alle forze dell’ordine, non è cambiato ancora niente, anche se inizialmente avevo ricevuto delle minacce e non nascondo che ancora oggi non mi senta al sicuro!!! Il punto è che in una gita in montagna presso Santa Maria del Castello a Vico Equense in penisola sorrentina costa di Sorrento, nel mese di maggio, abbiamo scalato il Sentiero degli Dei e, arrivati in cima, abbiamo fatto una spiacevole scoperta! Il tempo non era dei migliori e c’era anche la nebbia, quando, all’improvviso ci passano davanti dei piccoli camion rossi, con delle tende che coprivano il carico; fatto finta di niente, abbiamo proseguito verso il campetto sportivo dismesso e sede di rifiuti di ogni genere. Percorrendo poi la stradina in cemento che costeggia il campetto, dalla parte del mare, abbiamo notato una grande struttura gialla in fase di costruzione in cui non vi era traccia del carico di questi camion, per cui ci siamo incuriositi ulteriormente e abbiamo continuato a scendere lungo il viale. A un certo punto, ecco che sulla destra, a circa cinquanta metri dallo stabile, vi era una vera e propria discarica abusiva a cielo aperto di rifiuti edilizi indifferenziati che sembravano, nel modo in cui erano stati posati, nascondere qualcosa. Ci siamo avvicinati e abbiamo scoperto che stavano occultando dei materiali pericolosi: ETERNIT e delle TANICHE DI COLORE BLU. A questo punto, io mi chiedo come mai si verifichino nel 2010, all’indomani del disastro ambientale di Capri (grotta azzurra), episodi del genere in un territorio sede di falde acquifere che alimentano sorgenti. E’ assurdo.