Ad Agropoli in convegno su Madre Teresa di Calcutta annullato

0

Ad Agropoli un convegno su Madre Teresa di Calcutta

NEI SALONI DEL CENTRO SOCIALE POLIVALENTE

 

Martedì 14 dicembre 2010, nel salone d’ingresso del Centro Sociale Polivalente “Città di Agropoli”, in piazza Mons. Merola, con inizio alle ore 18, si terrà un convegno sulla Solidarietà Sociale di Madre Teresa di Calcutta, in occasione del primo centenario della nascita. Ella nasce da una famiglia albanese a Scopje, in Juguslavia col nome di Agnes Gonxha Bojaxhia. Fin da giovinetta fu attratta da ciò che si raccontava  sulle opere di missione cattolica nel Bengala, in India. All’età di 18 anni entra nell’ordine delle Suore della Beata Vergine di Loreto in Irlanda. L’anno seguente decide di recarsi a Calcutta. Dopo due anni di permanenza in India assume il nome di Santa Teresa di Lisieux. L’anno seguente, siamo nel 1937, pronuncia i voti di castità, povertà e obbedienza. Insegnante, vive la vita turbolenta di quel periodo. Nel 1946 abbandona tutto e va a vivere nella povertà più completa, ma l’anno seguente ottiene una prima donazione.. L’anno in seguito , siamo nel 1948, per ordine dall’alto, lascia l’ordine e rimane religiosa sotto l’ordine dell’Arcivescovo di Calcutta. Segue un corso come infermiera ed incomincia, con tutte le sue forze, a dedicarsi ai poveri. Fonda anche una scuola. A metà del secolo scorso  nasce la Congregazione  delle Missionarie di Carità. Nel 1969 il papa Paolo VI la riconosce tra i Missionari di Carità. Nel 1985 si offre per portare la sua solidarietà in Cina, ma viene respinta. Nel 1986  il papa Giovanni Paolo II visita “la casa del morente a Calcutta”. Negli anni seguenti porta sue sorelle in Russia, in Siberia e nella sua terra natìa: l’Albania. Nel 1991 si ammala, ma l’anno seguente si contano cinquecento case di carità in novantasei paesi. La sua opera è cresciuta a livello mondiale. Il 5 di settembre del 1997, nella città di Calcutta, madre Teresa, per una crisi cardiaca muore. Nel 2003 papa Giovanni Paolo II iscrive madre Teresa di Calcutta nell’albo dei beati. Il resto è storia recente.  Il convegno su “ La solidarietà sociale di Madre Teresa di Calcutta” è stato voluto dai membri del Direttivo del Centro sociale di Agropoli, volontari e senza stipendio: Dora Capaldo, Anna Pizza, Angelo Astone, Lorenzo Barone, Catello Nastro, Francesco Spinelli, Carmine Tarantino, Vincenzo Abeti e Benito Colucci. Che. da  oltre due anni collaborano con l’assessore alla Solidarietà Sociale, Angelo Coccaro e con l’amministrazione comunale, a gestire questa struttura, aperta a tutti gli anziani, di qualsiasi razza e qualsiasi religione, affinché possano socializzare, vivere parte della giornata in compagnia, dare una mano a quelli che ne hanno bisogno. Durante il convegno dedicato alla figura ed all’opera di solidarietà sociale di Madre Teresa di Calcutta, soci del Centro leggeranno brani sulla figura straordinaria di questa umile quanto preziosa benefattrice.

 

Comunicato stampa del CSP di Agropoli

 

 

N.B. 

Il convegno è stato annullato per indisponibilità del promotore e di          alcuni relatori. Ci scusiamo per l’inconveniente.