Monti Lattari. Francesco Fusco Gragnano. Via libera ai lavori di restyling per gli alloggi popolari di Sigliano.

0

Gragnano. Via libera ai lavori di restyling per gli alloggi popolari di Sigliano. La giunta comunale ha approvato il progetto preliminare di risanamento strutturale delle sette palazzine, costruite dopo il terremoto del 1980, che da anni versano in condizioni di degrado assoluto. L’atto deliberativo, fondato sul recupero di somme non utilizzate con precedenti mutui e da economie di bilancio per un totale di un milione e 200mila euro, consentirà di far partire già a gennaio i lavori che interesseranno 112 famiglie. In particolare, sono previsti interventi di «isolamento termico esterno a cappotto» e di «impermeabilizzazione del lastrico», oltre che di rifacimento estetico delle facciate per tre delle sette palazzine che costituiscono l’area di edilizia sociale. Le altre quattro saranno oggetto dello stesso intervento nel giro di un anno. «Questo provvedimento – dice il sindaco Annarita Patriarca – mira a dare una risposta in termini di sollievo abitativo per quanti, soprattutto bambini, vivono da troppo tempo in condizioni di assoluta precarietà a causa delle condizioni degli stabili loro assegnati. Abbiamo voluto, in un momento in cui tutti gli enti locali fanno salti mortali per reperire risorse, ottimizzare quelle disponibili nel bilancio comunale e dare priorità alle esigenze residenziali delle fasce meno agiate della nostra popolazione». Si parte dunque già a gennaio con un primo lotto di lavori a cui seguirà subito dopo il secondo che completerà l’intervento. «Abbiamo deciso – dice Salvatore Castrignano, consigliere comunale di maggioranza residente a Sigliano – di destinare risorse rilevanti a quest’intervento, per contribuire al risanamento e al recupero di un quartiere che deve diventare il fiore all’occhiello della nostra città. Ciò rientra nella strategìa messa in campo dal Comune, impegnato soprattutto nelle azioni rivolte agli strati più deboli e che orienta la sua politica della casa a partire dagli interventi per rendere più vivibili i quartieri dell’edilizia residenziale pubblica». Il via libera ai lavori di ristrutturazione è giunto poche settimane dopo l’esito della riperimetrazione della mappa a rischio idrogeologico che ha estromesso proprio la zona nord di Sigliano dalla fascia «a forte rischio idrogeologico», allontanando in maniera definitiva l’ipotesi di abbattimento per le case popolari.

Francesco Fusco Il Mattino di Napoli

scelto da Michele Pappacoda