PANETTONI E PANDORI, BLITZ E MAXISEQUESTRI DEI NAS

0
2

I carabinieri del Nas, al termine di blitz effettuati in occasione delle festività natalizie in 1.000 aziende di produzione e vendita di prodotti dolciari, hanno sequestrato 2.500 kg ed oltre 24.000 confezioni tra pandori, panettoni, prodotti da forno e dolciari vari, e 22 tonnellate di farine utilizzate quali materie prime. Dei 1.000 esercizi controllati, 350 sono risultati irregolari per violazioni di natura igienico sanitaria, strutturale e/o commerciale. Per 25 attività la situazione igienica riscontrata dai militari ha fatto scattare altrettanti provvedimenti di sequestro o di chiusura immediata, mentre analoghe richieste di sospensione dell’attività sono al vaglio da parte delle Autorità sanitarie competenti per altre decine di strutture. Sono oltre 500 le irregolarità penali ed amministrative rilevate dai carabinieri del Nas, che hanno segnalato alle Autorità competenti i quasi 400 responsabili, ai quali sono state elevate sanzioni amministrative per circa 500.000 euro. In particolare, i carabinieri del Nas di Viterbo hanno sequestrato quasi 1.200 confezioni di pandori, panettoni e torroni di produzione industriale, per un valore di 20.000 euro, commercializzati da una pasticceria del reatino che, previa modifica dell’etichettatura, tentava di farli passare come produzione propria. I Nas di Treviso hanno sottoposto a sequestro un deposito abusivo annesso ad un supermercato, insieme a circa 1.000 confezioni di prodotti dolciari natalizi lì conservati. I Nas di Cosenza hanno invece sottoposto a sequestro circa 18 tonnellate di farina (oltre a 11 tonnellate circa di altri alimenti) detenute all’interno di un deposito interessato da gravi carenze igienico sanitarie, immediatamente chiuso dalla competente Autorità sanitaria. I Nas di Torino hanno sequestrato 850 confezioni di panettoni e pandori prodotti industrialmente, commercializzati da una pasticceria di quel centro in confezioni che li contrassegnavano come un alimento di tipo artigianale.

Fonte Leggo

scelto da Michele Pappacoda

Lascia una risposta