Vuole costruire pista di elicottero per il paese a giudizio presidente Ravello Sense per i pali di castagno…

0

Tribunale di Amalfi ecco un esempio delle distorsioni della giustizia. Un paese turistico di rilievo internazionale senza pista di atterraggio per gli  elicotteri. Un imprenditore,  il titolare dell’hotel Cimbrone, vuole realizzarla,  sulla strada provinciale che porta a Tramonti, ottiene tutti i permessi, la pista è necessaria anche per l’emergenza, ma viene denunciato per  dei pali di castagno. Esattamente pali realizzati per il contenimento delle macere vicine alla pista, opera considerata abusiva per la quale è stata fatta un’udienza lunedì scorso e altre ancora se ne faranno…

E’ una delle tante distorsioni che avvengono a Ravello in costiera amalfitana. Giorgio Vuilleumier, direttore del complesso, nonché presidente dell’assoalbergatori di Ravello e numero uno del Consorzio di imprese turistico-commerciali di Ravello e Scala Ravello Sense è amareggiato. “Volevamo fornire un servizio alla città e siamo stati bloccati da una causa assurda che ci porta a perdere le nostre giornate nelle aule del tribunale. Questa pista potrebbe esser utile anche per le emergenze oltre che per qualificare gli arrivi turistici per tutti” . Chi opera in costiera amalfitana si trova anche a dover affrontare questi lacci della burocrazia, un conto è realizzare degli scempi ( e questi vengono pure realizzati purtroppo senza che nessuno li fermi ) un altro è realizzare delle opere di utilità sociale come questa fermata per dei pali di castagno…