ISTITUTO TURISTICO di AMALFI: ECCO DUE SOLUZIONI

0

Riceviamo e pubblichiamo da parte del presidente del consiglio d’istituto del Turistico  

 

Egregio Direttore,

 

riteniamo doveroso tenere aggiornati i cittadini della Costiera Amalfitana sugli sviluppi dello sfratto del nostro Istituto. Dopo tanto penare finalmente all’orizzonte appaiono due soluzioni di fattibilità immediata, definitive e di grande prestigio: una su Minori l’altra su Amalfi.

 

Il nuovo Consiglio d’Istituto, a pochi giorni dall’insediamento, si è immediatamente attivato chiedendo a tutti i Comuni della Costiera Amalfitana e alla Curia Arcivescovile di Amalfi  la disponibilità di immobili dove poter allocare la Scuola nel prossimo anno.

 

Tra tutti i Comuni interpellati ci ha risposto solo il  Sindaco di Minori comunicandoci l’immediata disponibilità della metà libera del plesso “Inps” che, unitamente all’edificio già in uso alla scuola del “Circolo Sociale”, potrebbe costituire una soluzione. Tale però, per essere ottimale, avrebbe bisogno degli altri locali in uso all’INPS, liberi solo fra qualche anno.

 

L’altra insperata risposta ci è pervenuta dall’Amministrazione della Curia Arcivescovile di Amalfi che ci metterebbe a disposizione l’intero edificio del SEMINARIO di Amalfi, già sede del Liceo Scientifico e dell’Istituto Tecnico Commerciale.  Questa soluzione, considerata la centralità e la consistenza del plesso (28 aule),  appare più consona alle esigenze dell’Istituto e dei propri alunni. Nell’ottica di un definito rilancio dell’Istituto si è chiesto di mantenere anche la sede dislocata di Minori.

 

La definitiva decisione spetta comunque all’Ente Provinciale di Salerno che è stato messo al corrente delle offerte ricevute correlata anche da un’analisi “politica” inerente i riflessi socio/economici che l’Istituto deve avere sull’intero territorio:

La Costiera Amalfitana si nutre per l’80% di turismo; l’unico Istituto per il Turismo esistente nel comprensorio negli ultimi 5 anni ha perso il 50% degli iscritti.

Da questa fredda e spietata analisi deve maturare l’idea che solo investendo sulla formazione scolastica più partire il vero rilancio dell’agognato Turismo di qualità in Costiera Amalfitana. Per questo siamo convinti che il rilancio dell’Istituto deve avvenire attraverso 3 fattori: certezza e funzionalità delle sedi, continuità didattica Dirigenziale e del corpo docenti, adeguati servizi di trasporto pubblico.

 

Apriamo una fase nuova e di fattiva collaborazione con la parte politica ma, noi genitori, ci attendiamo da essa risposte concrete ed immediate. Le soluzioni messe sul tavolo appaiono tutte immediatamente percorribili  in considerazione anche dei modesti lavori di adeguamento occorrenti per ambedue le strutture.

 

Le iniziative rivolte all’eccellenza della proposta scolastica sarà la costante della scuola che, con un pizzico di ambizione, miriamo a rivalutare. A tale proposito il nuovo Dirigente scolastico – Prof. Filippo Toriello –  ha proposto al Ministero della Pubblica Istruzione il nostro Istituto come sede per la formazione Tecnica Superiore. Il protocollo consentirà agli alunni di ricevere un diploma di livello parauniversitario.

 

All’interno dell’Istituto si respira un’aria di rinascita alimentata dalla speranza di essere sulla strada giusta per ridare dignità all’Istituto Turistico che, se dovesse (come tutti si augurano) spostarsi in Piazza Duomo ad Amalfi, avrebbe all’orizzonte dell’ingresso della scuola  proprio il monumento dell’Illustre navigatore/inventore  Flavio Gioia, di cui la scuola prende il nome, il quale in una metafora potrebbe dire: “finalmente siete sulla rotta giusta”.

 

Con questo umoristico augurio, utile a darci forza in questa estenuante e non facile trattativa,  vi assicureremo costante impegno e informazione sui futuri sviluppi della vicenda.

 

Buon Natale

 

p. il Consiglio d’Istituto

Bartolo Lauro

Presidente