NAPOLI-CLINIC CENTER-PARCO SAN PAOLO-NOTE DI ESPERIENZE PERSONALI IN DAY HOSPYTAL.

0

 Lo scritto che segue non ha assolutamente scopo pubblicitario ma  Sociale, esso è il risultato di  esperienze che sto vivendo nel day hospital del Clinic Center ed opinioni, quali  veicolo di informazioni, che possano essere utili per quei i lettori che personalmente, in famiglia o loro amici, presentano, come me, esigenze di terapia riabilitativa cardiorespiratoria.

 Dopo un intervento chirurgico per 4 bypass coronarici (di cui ne farò cronaca a parte), ero nella assoluta necessità di una terapia riabilitativa cardiorespiratoria.

Alla dimissione dall’ospedale mi ricoverai nel Clinic Center al Parco San Paolo, ma vi restai solo tre giorni e, con il permesso sanitario del cardiochirurgo  che mi ha operato, passai per la terapia al Day Hospytal sito nello stesso edificio.

Per il periodo necessario alle mie condizioni e quel massimo stabilito dalle normative ASL,  sto frequentando la palestra del  Centro ogni mattina dal lunedì al venerdì per alcune ore, con altri pazienti. La “equipe” che ci assiste in terapie riabilitative sanitarie e tecniche  è composta: Dal Prof. Massimo Cafiero, Responsabile del Raggruppamento di Riabilitazione Cardio-Respiratoria; dal prof: Carmelo Chieffo, responsabile della Unità Day Hospytal di Riabilitazione Cardiologica;  dalla dott.ssa Caterina Montuori, geriatra e specializzata in Riabilitazione Cardio-Respiratoria; dagli infermieri Luca e Anna e dalle fisioterapiste Angelica; Elena e Sara che mi stanno riportando al recupero con risultati più che soddisfacenti. (ndr mi scuso se ho omesso altri nomi componenti la “equipe”, ma ho menzionato solo quelli  limitati ai miei contatti).

Qui dove le doti di umanità e pazienza sono ”di casa”, il prof. Chieffo e la dott.ssa Montuori  praticano esami clinici, elettrocardiogrammi,  eco-cuore ed altri controlli ritenuti necessari per il prosieguo  della  riabilitazione, prescrivendo anche la necessaria terapia farmacologica, mentre gli infermieri Luca e Anna, ci assistono “amorevolmente”con alta professionalità. Io ho anche bisogno di cure e medicazioni per la risoluzione della ferita alla gamba che mi fu praticata in ospedale per il prelievo della vena safena occorsa per i by pass e che mi sta dando ancora problemi.

Le fisioterapiste specializzate Angelica, Elena e Sara ci seguono nella terapia, eseguita sempre sotto monitoraggio cardiaco, pressorio, controllo delle pulsazioni e dell’ossigeno, guidandoci in modo altamente professionale ed umano, eseguendo con noi gli esercizi sotto i loro occhi sempre vigili e ciò, ritengo che  contribuisce ad essere uno dei motivi per cui nel Centro ci si sente tranquilli e fiduciosi. Il prof. Chieffo e la dott.ssa Montuori, che ha lo studio adiacente alla palestra, entrano spesso durante i nostri esercizi a visionare  pazienti e monitoraggio, colloquiando  con noi e rispondendo con grande cortesia e professionalità alle nostre domande, fornendo anche utili suggerimenti.

Alcuni giorni della settimana, le sedute riabilitative, sono precedute alla prima ora, da spiegazioni e colloqui con la psicoterapeuta, il nutrizionista e la dott.ssa cardiologa

Ritengo opinabile la durata delle terapie, perché essa dovrebbe essere demandata all’equipe dei sanitari che assistono i pazienti, che  ben conoscono le loro condizioni di recupero e  non essere stabilita dalla ASL  in una durata massima che,  se non erro, è di due mesi, rinnovabile solo dopo un periodo stabilito dalla stessa ASL.

(ndr Le necessità di ripetere queste terapie, non dovrebbero  essere soggette ad un tempo pre- stabilito, perché le malattie, non hanno una data  pre-fissata in cui  necessitano di cure). Ritengo inoltre che,  In alcuni casi, relativi alle condizioni dei pazienti, la durata massima concessa dalla ASL può non essere sufficiente alla riabilitazione del paziente e ciò, può stabilirlo solo la equipe specializzata che ne cura il recupero.   

Mi piace dire che: (sic et simpliciter) il Centro Clinic Center dal 1975 è un punto di riferimento in Campania per le terapie riabilitative. (Quanto scrivo, è limitato alle mie esperienze in day hospital), Con l’attuale specializzata equipe di alto spessore, esso costituisce un fiore all’occhiello per la nostra martoriata ed offesa Città, dove purtroppo i lati negativi in tanti settori, non escluso quello sanitario, sono tanti e più di tanti.

 Alberto Del Grosso

Giornalista Fotoreporter

Garante dei Lettori di Positano News