Collaudo auditorium Ravello solo a giugno. Cosenza , ora assessore regionale, lo spiega

0

Ravello costiera amalfitana . La CEE vuole spiegazioni sul mancato utilizzo dell’auditorium Oscar Niemeyer ma chi fece il collaudo? L’incarico fu conferito anni fa dall’amministrazione regionale di centrosinistra guidata da Antonio Bassolino che nello scorso gennaio tagliò il nastro alcuni mesi prima del completamento del collaudo. L’attuale assessore ai Lavori pubblici della Regione Campania Edoardo Cosenza conosce bene la vicenda come scrive Gimmo Cuomo sul Corriere del Mezzogiorno di oggi. Chi ricevette l’incarico, assessore? «Il collaudo statico fu affidato a me, mentre quello tecnico amministrativo è stato effettuato da una commissione presiduta dal rettore dell’Università di Salerno Raimondo Pasquino e composta dall’architetto Carlo Gasparrini e, ancora, dal sottoscritto» .

Avrebbe immaginato che sarebbe diventato assessore una coalizione di centrodestra? «No, non l’avrei immaginato. Comunque io sono stato chiamato in giunta come tecnico. Forse, se mi passa la battuta, anche il lavoro svolto come collaudatore dell’auditorium ha rafforzato le mie credenziali» . È stato un lavoro particolarmente difficile? «Senz’altro impegnativo. Ha presente la struttura? Ha una volta imponente, un’acustica perfetta, impianti molto sofisticati» . Quando ha effettuato il collaudo? «Il collaudo non si esaurisce in un solo atto. Il lavoro è terminato nello scorso mese di giugno» . Al di là degli aspetti tecnici, qual è il suo giudizio sull’auditorium? «Si tratta di un’opera strordinaria, una delle più significative di Niemeyer, l’unica realizzata su un costone roccioso. entrata nei libri di architettura, è oggetto di studio da parte di studenti di tutto il mondo e, prima o poi, finirà anche in qualche pubblicità» . Le critiche del Guardian? «Se riguardano i costi sono del tutto ingiustificate. L’opera non è costata un euro in più di quanto era necessario. Certamente però entro breve l’auditorium dovrà funzionare pieno regime»