Carpedil, il 2010 si chiude al ‘PalaZauli’ contro l’ostico Stabia. Coach Salineri suona la carica

0

BATTIPAGLIA – Ultimo impegno del 2010 e del girone d’andata per la Carpedil Battipaglia che sabato alle 18, tra le mura amiche del ‘PalaZauli’, affronterà l’ostico Basket Stabia, reduce dalla vittoria casalinga contro Capo d’Orlando per 69-50. In casa Carpedil si respira un clima positivo dopo la vittoria esterna conquistata sul campo del Pegaso Portici, che ha permesso ad Elena Basso e compagne di conquistare, con una giornata di anticipo, il titolo di campioni d’inverno e l’accesso alla ‘Final Eight’ di Coppa Italia. Tuttavia, la concentrazione resta alta per il roster biancorosso, che sabato ci tiene a chiudere nel migliore dei modi il 2010 e a non lasciare per strada punti che potrebbero rivelarsi preziosi nel prosieguo della regular season. Il sodalizio della Piana del Sele, che continua a lavorare sodo al ‘PalaZauli’, non sembra aver risentito del cambio di allenatore, che ora vede alla guida del quintetto battipagliese un Gigi Salineri sempre più a suo agio nelle vesti di coach della formazione cara al presidente Angela Somma: “L’impegno di Portici dal punto di vista agonistico non era tra i più difficili, visto che affrontavamo una squadra che rispetto a noi aveva ben poca qualità. Diciamo che era già tutto nell’aria e personalmente non nutrivo particolari preoccupazioni per l’incontro di sabato scorso”, ha affermato l’allenatore di origini napoletane. “Ma, nonostante questo, siamo contenti perché la vittoria è coincisa con la conquista matematica del primo posto, per quanto riguarda il girone d’andata, e la qualificazione alla ‘Final Eight’ di Coppa Italia. E’ una grande soddisfazione per la società, che quest’anno ha investito tanto e, quindi, possiamo dire di aver raggiunto un piccolo traguardo che però è indice di grande soddisfazione”. Un Salineri con le idee chiare, che però non vuole sentire parlare di bilanci: “E’ ancora presto per fare delle considerazioni. Io le giocatrici che sto allenando le conoscevo quasi tutte, perché le ho affrontate da avversario in A2. Infatti, in passato, ho incrociato più volte capitan Guida e la stessa formazione di Battipaglia. Adesso sto cercando solo di conoscere il più possibile le ragazze e di capirne lo stato di forma attuale. Per quello che riguarda i risultati sicuramente la situazione era già soddisfacente ma dal punto di vista individuale c’è da lavorare ancora, soprattutto per quanto riguarda i meccanismi di squadra ed in particolar modo sotto l’aspetto difensivo. Ma questo è abbastanza chiaro, visto che se avviene un cambio d’allenatore qualche problema c’è. E noi proprio su queste difficoltà dobbiamo cercare di lavorare”. Infine, il coach della Carpedil si sofferma a parlare del prossimo avversario della Carpedil, quel Basket Stabia capace di stupire un po’ tutti gli addetti ai lavori nelle ultime giornate: “Noi affrontiamo la squadra più in forma del momento, che nelle ultime gare ha offerto il rendimento più costante, visto che ha colto tre successi di fila. Si tratta una formazione che può annoverare tra le sue fila atlete giovani molto interessanti ed elementi di esperienza molto importanti come Negri e Carotenuto. Per noi una vittoria contro lo Stabia vorrebbe dire fare un ulteriore passo in avanti verso quel primato che desideriamo ardentemente alla fine della regular season perché significherebbe mettere sei punti tra noi e Castellammare, visto che divide il secondo posto in classifica con Palermo, Messina e Potenza. Quindi, sarà una partita da affrontare con la determinazione che forse non abbiamo messo a Portici, visto che probabilmente eravamo sicuri che il risultato finale sarebbe stato positivo per noi”. Arbitreranno la gara del ‘PalaZauli’ in programma sabato alle 18 i direttori di gara Marco Marsico e Pietro Rodia della sezione di Avellino.