COPPA ITALIA, IL PARMA VOLA-AI QUARTI CON CRESPO

0

 

In un Tardini-ghiacciaia il Parma strappa il biglietto per i quarti di finale di Coppa Italia battendo la Fiorentina. E ancora una volta a trascinare la formazione di Marino è Hernan Crespo. L’argentino, lasciato in panchina, entra al termine della ripresa, mette subito i brividi ad Avramov al 90′ e nel secondo tempo supplementare, dopo il momentaneo vantaggio viola di Santana, sigla la doppietta che vale il passaggio di turno. Per Crespo è il terzo bis in meno di un mese. Due gol con l’Inter a San Siro, due reti con l’Udinese, ora il sigillo sulla sfida di Coppa. Alla vigilia era stato proprio lui a caricare i compagni: «Questa partita per noi è come un match di Champions League», parole che lui non ha mancato di trasformare in fatti. Per vedere i gol è però necessario 113 minuti. In quelli regolamentari lo sparuto pubblico del Tardini (poco più di tremila gli spettatori) si infiamma comunque per un palo di Giovinco al 16′ del primo tempo e, quattro minuti più tardi, per una traversa di Babacar. Nella ripresa Š ancora Giovinco a provarci tre volte, ma l’occasione più pesante Š viola al 34′ con Babacar. Dopo una prima ribattuta di Pavarini su un potente tiro di Ljajic, l’attaccante non sa fare di meglio che tirare ancora sul portiere avversario. Nel finale di tempo Marino getta nella mischia Crespo per un Bojinov ancora una volta poco reattivo. L’argentino scalda subito Avramov con un diagonale. Poi sono i supplementari. Parma e Fiorentina pungono senza fortuna e solo a meno di dieci minuti dalla fine la partita si sblocca. All’8′ passano in vantaggio gli ospiti con Santana, prontissimo a ribattere in rete su una conclusione, respinta di D’Agostino. La logica direbbe gara finita ma in campo c’è Hernan Crespo, un ragazzo di 35 anni. Due minuti e il Parma pareggia. Cross dalla sinistra di Valiani, sponda di Zaccardo e Crespo mette in rete, aiutato dal goffo tentativo di parata di Avramov. La Fiorentina sbanda, il Parma ci crede ed un minuto più tardi, dopo una respinta di Avramov su tiro di Candreva, ancora Crespo segna il gol qualificazione.

fonte:leggo      scelto da michele de lucia