Agerola. Parte con largo anticipo la lunga corsa verso le elezioni comunali

0

Agerola. Parte con largo anticipo la lunga corsa verso le elezioni comunali, in programma nella primavera del 2011. Questa sera la lista civica «Nuovamente Agerola», di chiara ispirazione di centrosinistra e sostenuta da Partito democratico, Giovani Democratici e circolo «Peppino Impastato», ufficializzerà il nome del candidato sindaco e gli indirizzi programmatici. Il leader della coalizione sarà Luca Mascolo, attuale consigliere di opposizione ed ex vicepresidente della Comunità Montana. All’assemblea costituente del movimento civico, che si terrà alle 18 nei locali dell’hotel Il Risorgimento di San Lazzaro, prenderanno parte diversi rappresentanti della politica agerolese, tra cui l’ex sindaco Tommaso Cuomo e i consiglieri di minoranza Matteo Ruocco e Pierluigi Ferraro. «La figura di Mascolo – dice il coordinatore della coalizione, Tommaso Naclerio – sarà in grado di ripristinare una ormai assente pratica di buon governo e un legame diretto con le esigenze dei cittadini. Nuovamente Agerola – continua – vuole rappresentare non solo una formazione politica, ma anche un metodo che si sosterrà con la spinta propulsiva delle idee e non più con il solo contributo personalistico dei candidati». Entra nel vivo dunque la campagna elettorale e anche sul fronte del centrodestra sono iniziate le trattative per la composizione delle liste. Al momento appare sempre più probabile la ricandidatura del sindaco uscente Michele Pisacane, deputato a Montecitorio e tra i fondatori del nuovo partito «Popolari Italia di domani». Con Pisacane dovrebbe schierarsi lo zoccolo duro dell’amministrazione uscente, ma non l’intero centrodestra. Il partito Noi Sud infatti, rappresentato dall’altro deputato agerolese Antonio Milo, potrebbe intraprendere la strada alternativa di una lista civica da contrapporre sia a Mascolo che a Pisacane. E potrebbe essere lo stesso Milo a guidare il cosiddetto “terzo polo” agerolese.

Francesco Fusco Il Mattino di Napoli

scelto da Michele Pappacoda