Salerno Schianto fatale, muore 23enne

0

SALERNO. Non ce l’ha fatta Manuela Campa, la ragazza salernitana di 23 anni coinvolta nell’incidente stradale avvenuto venerdì a Eboli. La giovane era stata ricoverata in prognosi riservata nel reparto di rianimazione del “Maria Santissima Addolorata” di Eboli, ma il suo cuore si è fermato intorno alle cinque di ieri mattina. A nulla sono valsi gli interventi dei sanitari per rianimarla. A provocare la morte, probabilmente, le profonde lesioni al capo e al corpo dovute al violento impatto col suolo seguito all’incidente avvenuto intorno alle 23 lungo via Sandro Pertini, un tratto delle cosiddette “due strade” che dallo svincolo dell’autostrada conducono ad Epitaffio, tagliando in due il rione Pescara. Manuela Campa era a bordo della sua Toyota Yaris in compagnia di un ragazzo ebolitano, Mario D.P., di venticinque anni. Stavano percorrendo l’arteria in direzione di Campagna ed avevano da poco superato l’incrocio semaforico di Serracapilli. Secondo una prima ricostruzione dei fatti, sembra che proprio la ragazza fosse alla guida della Toyota. All’improvviso ha perso il controllo dell’auto, che è andata a sbattere prima su un lato della carreggiata e poi sull’altro. A dare l’allarme sarebbero stati altri automobilisti di passaggio. Immediati i soccorsi. Sul posto sono giunti i carabinieri della locale compagnia, diretti dal capitano Alessandro Cisternino, e le ambulanze del pronto soccorso. Ai soccorritori è apparso subito chiaro che le condizioni della ragazza fossero più gravi di quelle del 25enne, contuso e choccato ma non in pericolo di vita. Per Manuela, invece, si è subito temuto. Compresa la gravitá della situazione, soprattutto per il colpo subito alla testa, i sanitari hanno condotto la giovane al “Maria Santissima Addolorata”. Mario D.P., medicato dai sanitari del pronto soccorso, è stato dimesso poco più tardi. In nottata in ospedale sono giunti anche i familiari dei due ragazzi. Nel frattempo gli inquirenti hanno effettuato i rilievi e posto sotto sequestro l’automobile. Pare che sul lato del passeggero la vettura fosse distrutta: questo potrebbe essere un indizio per comprendere meglio l’esatta dinamica dell’incidente. Di certo l’automobile, sbandando sull’asfalto probabilmente viscido, si è ribaltata più volte. Dopo il decesso della ragazza, la salma è stata bloccata, in attesa dell’esame esterno che verrá effettuato nelle prossime ore dal medico legale, su disposizione del magistrato che cura l’inchiesta. Solo nella tarda mattinata di ieri la notizia della morte di Manuela Campa si è diffusa a Salerno, tra gli amici della giovane e dei suoi familiari. A Eboli, invece, fin dalle prime ore i commenti hanno riguardato la pericolositá del tratto di strada, giá in passato teatro di incidenti mortali. Di recente è stato installato un impianto semaforico per ridurre la pericolositá di un incrocio con un’altra strada molto trafficata, via Serracapilli. Altri semafori erano stati giá installati nei pressi della chiesa del Sacro Cuore, la zona più popolosa. Antonio Elia Massimiliano Lanzotto.

fonte La Città.

M.P.

Lascia una risposta