Vico Equense, gran festa per i 100 anni di Immacolata

0

Vico Equense. Festeggiamenti doppi per Immacolata Savarese, la nonnina di Seiano che dopo l’onomastico con i suoi familiari e la locale comunità della frazione costiera ieri pomeriggio ha festeggiato il secolo di vita. Nata a Montechiaro da una numerosa famiglia del borgo Costoia, la nonnina di Seiano si trasferì nella sua attuale frazione, dove vive tuttora nel borgo Pastena con la famiglia (figli, nipoti, pronipoti) dopo il matrimonio con il marito Alfredo, scomparso nel 1978. Dalla loro unione sono nati quattro figli: Luigi (che vive con lei), Maria (residente a Ferrara) Anna (scomparsa dieci anni fa in un tragico incidente stradale) Ciro (abitante anch’egli a Seiano). Immacolata è stata contadina sin da bambina nelle terre di famiglia e poi in un fondo preso in affitto con il marito. Una brutta caduta nel 1962 la costrinse a non lavorare più la terra e a passare alla vendita di frutta e verdura, attività che ha svolto fino agli anni ’90. Poi si è dedicata ai numerosi nipoti e pronipoti. La comunità di Seiano ieri si è stretta intorno alla neo centenaria con una messa nella parrocchia San Marco Evangelista. Al termine della celebrazione il taglio della torta al Moon Valley. Con nonna Immacolata la città equana ribadisce il suo primato di longevità in Costiera con una decina di ultracentenari. Un primato che nasce da stili di vita austeri in gioventù e che è dovuto forse a fattori ambientali e genetici, ma soprattutto al grande amore delle famiglie nei confronti dei loro anziani che rappresentano tutt’oggi un punto di riferimento anche per i giovanissimi componenti.

Um.ce. Il Mattino di Napoli

scelto da Michele Pappacoda