VICO EQUENSE: DALL’ EMERGENZA TRAFFICO AL POSSIBILE ISOLAMENTO

0

La galleria chiusa obbliga gli automobilisti a passare per la città, il 15aprile la riapertura

Ottimo il lavoro dei vigili che smistano il traffico, il sindaco: “Vico è il centro del mondo”

 

Vico equense tra emergenza traffico e rischio isolamento. A confronto il presente e il futuro della città vicana. Vico e il problema traffico, la causa è sempre la stessa i lavori in corso nella galleria che obbligano gli automobilisti, che viaggiano sia in direzione Napoli che in direzione Sorrento, a passare nel centro cittadino del Paese. La situazione potrebbe però capovolgersi al completamento della galleria che offrirebbe agli automobilisti una via più veloce per arrivare a Sorrento, punto emergente della penisola sorrentina. Vico rischierebbe l’isolamento?

Intanto i vicani da due anni hanno familiarizzato con la loro nuova vita caotica a causa del costante traffico. “ E’ vero non ci sono posti per parcheggiare, nelle ore di punta è quasi impossibile prendere la macchina e se bisogna andare a lavorare fuori città è necessario partire mezz’ora prima, ma la galleria agevolerà i nostri spostamenti, fare la variante è una necessità importante e quindi ci adeguiamo nel modo migliore.” Quest’anno un bel dieci in pagella l’hanno preso i vigili urbani che con un piano studiato a tavolino sono riusciti a diminuire il caos rispetto agli altri anni “meglio di così non si può fare” dicono i cittadini soddisfatti dell’operato degli addetti ai lavori.

A risentirne di più del momento difficile del Paese è la categoria dei commercianti “ Perdiamo molti clienti per via del traffico, alcuni non si fermano perché non c’è la possibilità di parcheggiare, altri entrano nei negozi di fretta perché hanno l’auto fuori posto e acquistano solo lo stretto indispensabile”. Poi c’è la paura da parte dei cittadini che la propria città, una volta terminata la galleria possa essere tagliata fuori dal turismo della penisola sorrentina. “ Sorrento è sicuramente la meta preferita dai turisti, e la variante che permette di arrivarci più velocemente può penalizzare  Vico equense per quanto riguarda il turismo di passaggio” Il sindaco Gennaro Cinque non è della stessa opinione “ Per me Vico è il centro del mondo. Non sto qui ad elencare tutte le bellezze del nostro Paese, saremo in grado di valorizzare al meglio la città, poi toccherà alle persone scegliere; chi vuole vedere Vico prenderà la strada secondaria.” Il primo cittadino di Vico fa anche il punto sulla situazione “ Il traffico ha causato non pochi problemi ai cittadini che però hanno dato una grande prova di adattabilità ai problemi che circondano Vico, non posso non ringraziare anche il duro lavoro dei vigili urbani che sono riusciti a smistare il traffico nel miglior modo possibile. Capisco anche il disagio dei commercianti e chiedo loro di attendere fino al 15 Aprile giorno di riapertura della galleria.”

Ma la galleria secondo lei può risolvere tutti i problemi del traffico della penisola sorrentina? “E’ sicuramente un buon investimento e risolverà in parte il problema, il traffico si creerà inevitabilmente a Seiano dove non sarà possibile per gli automobilisti mantenere le velocità fatte risultare in galleria. Il progetto finale  prevede però l’allungamento della galleria  fino a Meta di Sorrento, solo così si potrebbero risolvere tutti i problemi.” Ipotesi reale o sogno irrealizzabile? “ Il problema è uno: la mancanza di finanziamenti”.  

 

Il Piano urbanistico dei vigili.

 

40 unità disposte per tutto il Paese, più 2 unità amministrative e di monitoraggio che con l’aiuto preziosissimo della videosorveglianza presidiata dalle 7 alle 24  controllano i flussi di traffico e le velocità di percorrenza avvisando in tempo reale le pattuglie sul posto. Stanziati tre punti nevralgici dove gli addetti ai lavori sono in servizio dalle 7 alle 24.La piazza, la stazione e l’incrocio di via Filangieri fino a viale Rimembranza. Un ordinanza di divieto di sosta su alcune strade per evitare il rallentamento procurato dalle manovre di parcheggio e per agevolare il transito dei mezzi pesanti, anche quest’ultimo disciplinato da divieti di transito.          

 

Il Pugno

Caro Sergio Porcedda le bugie hanno le gambe corte, mentire quando il fatto compiuto è palese è un po’ da vigliacchi. Fino all’ultimo hai difeso la tua posizione: i stipendi arretrati dei giocatori del Bologna saranno pagati a giorni dicevi, ad oggi tutti aspettano ancora tue notizie intanto  la compagine bolognese per colpa tua deve fare i conti anche con i punti di penalizzazione. Sei mesi di inibizione sono davvero pochi.  

 

Alessio Fusco