Ravello Amato terzo contendente in campo

0

Ravello costiera amalfitana Tra accuse reciproche e stilettate al vetriolo Ravello si appresta ad andare alle urne per rinnovare il Consiglio comunale, sciolto con qualche mese di anticipo per la dimissioni “anticipate” di sette consiglieri comunali. E, perciò, il clima politico non è certamente dei più salubri e l’acredine, tra le fazioni contrapposte, si respira a pieni polmoni. E, probabilmente, la tensione, giá ora palpabile, comincerá a diventare ancora più alta con l’approssimarsi della data stabilita per le elezioni. Ai nastri di partenza, come oramai tradizione da un po’ di anni, dovrebbero esserci le due compagini storicamente rivali: la “Campana”, che fa riferimento all’ex sindaco, Paolo Imperato, e al suo vice, Salvatore Di Martino, e “Insieme per Ravello” che, orfana del suo leader storico, Secondo Amalfitano, potrebbe affidare il timone a Paolo Vuilleumier o a Ulisse Di Palma. Entrambi i movimenti hanno giá cominciato la campagna elettorale, con una serie di incontri e di appuntamenti. Tuttavia stavolta, a differenza degli scorsi anni, non è escluso che sulla start list possa spuntare anche una terza formazione, che potrebbe anche mischiare le carte e rendere la competizione ancora più incerta. A capo della nuova compagine potrebbe essere schierato il vice segretario comunale Nicola Amato, il cui nome circola insistentemente. E, inoltre, bisognerá pure attendere le mosse dei tre dissidenti dell’ex maggioranza (Luigi Schiavo, Ciro Carfora e Emiliano Amato) che avevano costituito, prima di determinare il commissariamento dell’Ente, un gruppo autonomo. Gaetano de Stefano