Massa Lubrense. Uno scontro frontale tra un motociclista e un’automobile che per poco non è finito in tragedia.

0

Massa Lubrense. Uno scontro frontale tra un motociclista e un’automobile che per poco non è finito in tragedia. Provvidenzialmente è stato il casco a salvare la vita al 21enne Rosario Pane. Lo studente universitario, abitante in via Massa-Turro, ha avuto infatti la peggio nello scontro tra la sua moto, un’Honda SD targata DL42366, e la Fiat 600 targata BP212TX guidata da Raffaele Mazzarella di 41 anni, nativo di Frattamaggiore ma residente anch’egli a Massa Lubrense in via Delle Tore di Termini. L’incidente è avvenuto nel pomeriggio di domenica. Erano da poco passate le 16 quando a pochi metri dal bivio di San Francesco, sulla provinciale Massa-Turro-Sant’Agata sui due Golfi, Rosario Pane che dal bivio di Santa Maria procedeva verso Massa-centro con la sua moto e Raffaele Mazzarella che dal centro del paese si dirigeva verso la frazione di Santa Maria si sono scontrati. Per cause che sono ancora in via di definizione nello scontro frontale il centauro ha avuto la peggio e cadendo a terra si è procurato contusioni e ferite varie agli arti inferiori, a causa dello sbalzo procurato dall’urto con l’auto. Il casco indossato in modo regolare gli ha evitato pericolose conseguenze. Subito avvertito il comando di polizia urbana interveniva il sottotenente Raffaele Gargiulo che, prima di procedere ai rilievi del caso, provvedeva a far trasportare il giovane Pane con un’autoambulanza presso l’ospedale civile di Santa Maria della Misericordia di Sorrento, dove si trova tuttora ricoverato. L’arrivo di altri vigili urbani è servito a regolare il traffico che comunque è rimasto bloccato per più di un’ora.

Il Mattino

scelto da Michele Pappacoda