Amalfi: La denuncia del coordinatore di Cittadinanzattiva Andrea Cretella.

0

Riceviamo e pubblichiamo.

Al Comando Stazione Carabinieri di Amalfi

Alla Procura della Repubblica di Salerno

OGGETTO: Lavori di messa in sicurezza del costone roccioso, lato monte della strada provinciale Amalfi-Agerola nella frazione Vettica del comune di Amalfi.

Premesso che la ex Statale Agerolina da qualche anno è stata trasferita come competenza alla Regione Campania, la Regione ha affidato la manutenzione alla Provincia di Salerno e questa manutenzione viene pagata dalla Regione Campania ogni anno attraverso un finanziamento una tantum alla Provincia. La Provincia a fine anno dovrà rendicontare le spese effettuate (su aree private)……

Con un finanziamento di circa € 20.000,00 la Provincia di Salerno ha appaltato con la somma urgenza alla ricorrente “impresa” i lavori di cui all’oggetto, lavori ricadenti in proprietà privata, poiché il distacco delle pietre dal costone sovrastante è avvenuto molto al di sopra dei 3-4 metri della cunetta di competenza della manutenzione dell’Amministrazione Provinciale di Salerno, nel tratto urbano del comune di Amalfi.

Trattasi delle particelle n. 68, 276, 459 del foglio 14 intestate alla s.r.l. Doria con sede in Ostiglia (MN). Le suddette particelle ricadono nel “centro urbano” del Comune di Amalfi.

Il primario interesse pubblico di garantire la sicurezza e la percorribilità della strada provinciale dalla caduta massi non può prescindere e superare la procedura prevista dalle leggi in materia di interventi con finanziamento pubblico.

Tali interventi diretti si attuano in forma sostitutiva solo dopo aver esperito la seguente procedura:

a) E’ il Comune prioritariamente ed unicamente obbligato a garantire la sicurezza di quel tratto di strada provinciale rientrante nel “centro urbano”;

b) E’ il Comune che individua e ordina alla proprietà del costone roccioso l’esecuzione a sua cura e spese dei lavori necessari per la manutenzione e la messa in sicurezza dello stesso;

c) In caso di inadempienza del privato e per ragioni di pericolo imminente, si giustifica il ricorso all’intervento sostitutivo sempre da parte del Comune che, come innanzi detto, è il primario responsabile della sicurezza nel centro urbano;

d) Non si comprende, quindi, l’intervento della Provincia in sostituzione del Comune.

Il procedimento adottato ingenera dubbi sulla liceità dell’appalto e del finanziamento dei lavori ancora in corso.

e) Sembra inoltre che viene impegnata sempre la stessa ditta per lavori di somma urgenza in Costiera, quando poi ci sono altre ditte del posto!!!!! e non viene applicato il sistema di rotazione negli incarichi!!!!

Quanto esposto, per dar corso e soddisfazione ai nostri associati, desiderosi di verificare la legittimità di quanto accade.

Distinti saluti.

Amalfi, 25 novembre 2010

Il Coordinatore Cittadinanzattiva

Rag. Andrea Cretella

 

Lascia una risposta