Sondaggio Swg: gli italiani rivogliono la vecchia lira

0

 La maggioranza assoluta degli italiani – il 69% – rimpiange la vecchia lira. Soltanto il 31% è soddisfatto dell’adesione dell’Italia all’euro. E’ il risultato clamoroso di Trendsetting, il sondaggio settimanale realizzato da Affaritaliani.it in collaborazione con Swg.
 
“Dopo la crisi della Grecia ora è il turno dell’Irlanda. In generale considera l’adesione all’Unione europea una scelta…” i giudizi positivi sono pari al 51% contro il 49 di quelli negativi.
 
Le probabilità che anche l’Italia rischi la bancarotta sono molte o abbastanza per il 62% del campione. Poche secondo il 34% e nessuna solo per il 4%.
 
Italiani pessimisti sul futuro del Paese. Hanno paura (molta+abbastanza) addirittura il 72% degli interperllati.
 
IL COMMENTO DI SWG – “Le recenti crisi che hanno investito alcuni membri dell’unione europea, prima la Grecia e ora l’Irlanda, affondando i mercati finanziari e facendo bruciare miliardi di euro, torna a far discutere e alimenta le paure degli altri membri, soprattutto di quelli meno forti, sulle possibilità di una crisi della moneta unica. Cresce la paura di un rischio bancarotta anche sul versante italiano, soprattutto tra coloro che si collocano in un’area politica diversa dal centro destra (oltre il 70%), ed ancora più forte si tratteggia la paura sul futuro del Paese (investe oltre l’80% di chi non è di centro destra). Segnali di apprensione si registrano tuttavia anche tra i sostenitori del governo che, anche se meno propensi a quadri catastrofici come la bancarotta (41%), sono nondimeno preoccupati su quello che sarà il futuro del Paese (54%). L’elemento che invece appare trasversale e comune a tutti gli schieramenti è il rimpianto per la vecchia lira. La nostalgia investe la maggioranza degli italiani (69%) e, pur essendo più forte tra gli elettori del centro destra, storicamente meno europeisti, tocca anche quasi 6 su 10 di quanti si definiscono di centro sinistra. La sensazione di impoverimento e pensare che eravamo meno poveri quando avevamo la lira, vera o falsa che sia, investe tutti anche se con intensità diversa. Senza rimpianti sono solo i più giovani, per i quali non sussistono termini di confronto, 73% di essi infatti dichiara la propria soddisfazione per l’adesione all’euro”.
 
L’indagine è stata condotta attraverso il sito di Affaritaliani.it su un campione nazionale di 900 soggetti maggiorenni nei giorni 25 e 26 novembre 2010

fonte:affaritaliani.it      scelto da michele de lucia