Capri.COMANDANTE DELLA POLIZIA MUNICIPALE: E´ BUFERA. CHIESTO L´INTERVENTO DI PREFETTO.

0

Il responsabile provinciale del dipartimento polizia locale del Csa, Coordinamento Sindacale Autonomo, Vincenzo Pagano, ha convocato l’assemblea dei lavoratori della Polizia Municipale di Capri per lunedì 29 novembre dalle ore 12 alle ore 14 e dalle 15 alle ore 16. L’organizzazione sindacale ha inviato specifica comunicazione al Sindaco di Capri, al segretario generale del Comune, al comandante della polizia municipale, al responsabile delle relazioni sindacali e agli appartenenti al corpo. Al centro dell’assemblea il mancato riscontro alla nota del 5 novembre avente ad oggetto “Copertura a tempo determinato del posto di comandante della polizia locale di Capri”, le problematiche del corpo, il pagamento delle indennità contrattuali, varie ed eventuali. I vigili garantiranno, durante le ore dell’assemblea, le prestazioni indispensabili. Saranno presenti i vertici del sindacato Csa. Intanto, il consigliere comunale Costantino Federico ha scritto al Segretario Comunale, alla Procura della Repubblica, alla Corte dei Conti e al Prefetto per denunciare quanto sta accadendo. “Il tentativo di procedere ad un’assunzione diretta è assolutamente scandaloso – ha scritto Federico – così come lo è la mortificazione per il corpo di Polizia Municipale e per le professionalità da esso espresse e a cui viene sottratta la possibilità di un regolare concorso. Anche la patetica ed insussistente giustificazione di presunte limitazioni imposte dalle norme vigenti è falsa. Infatti la legge di stabilità, comunemente nota anche come legge finanziaria, approvata la scorsa settimana ha specificamente confermato solo per la Polizia Locale eventuali deroghe al blocco del turn over. Insistere pertanto nel tentativo di aggirare la legge e precedere ad una singolare ed anomala assunzione diretta attraverso un bando farsa e barzelletta costituirebbe sicuramente un illecito penale oltre che un palese provvedimento illegittimo”.

L’informatore Popolare

scelto da Michele Pappacoda

Lascia una risposta