Salerno. TATTICHE E STRATEGIE

0

 Una manovra tattica per fare pressione sui vertici del PDL che, proprio in queste ore, stanno mettendo a punto le strategie per la eventuale campagna elettorale per le politiche. Le notizie che il Ministro MARA CARFAGNA ha veicolato alle principali agenzie sulla volontà di dimettersi dall’incarico governativo come anche quella di lasciare il PDL suonano come una provocazione, lanciata sul tavolo della politica nazionale e regionale, sulle quali la parola definitiva la deve e la può pronunciare solo ed esclusivamente il Presidente BERLUSCONI. Un braccio di ferro che vede impegnati da un lato la CARFAGNA, dall’altro COSENTINO, perchè la vera battaglia è la guida regionale del Partito, il PDL, o il nuovo organismo che si dovrebbe concretizzare di qui a qualche settimana. E nella battaglia tra COSENTINO e CARFAGNA si sono inseriti anche altri parlamentari: a cominciare da CIRIELLI che ha sempre dichiarato la sua contrarietà, politica e personale, al ministro salernitano, ma la diatriba ha risvegliato anche gli animi sopiti di parlamentari eletti nella circoscrizione Campania 2, come MARIO PEPE e GIANCARLO LEHENER di cui da tempo si erano perse le tracce, lontani anni luce dalle problematiche del territorio. Allineati con COSENTINO, anche se con toni meno esagitati, PARAVIA, FASANO, CARDIELLO e SOGLIA: quest’ultimo con un comunicato stampa rivolge però l’attenzione anche sul decreto legge per i rifiuti. Tace, almeno per il momento, l’altro deputato salernitano PASQUALE VESSA che, è bene ricordarlo, fa parte dell’associazione politica Liberamente, il gruppo interno al PDL, al quale appartiene lo stesso Ministro MARA CARFAGNA.

da www.agendapolitica.it

Lascia una risposta