Positano: Replica da parte dei titolari del garage Mandara.

0

Positano, Costiera Amalfitana. A seguito del comunicato stampa dell’Agenzia dell’Entrata di Salerno, pubblicato dal nostro giornale, riceviamo e pubblichiamo la seguente lettera.

Il “Garage Mandara” nella persona del suo titolare, sig. Crescenzo Mandara, vuole, con questa comunicazione, rispondere alle gravi insinuazioni che alcune testate giornalistiche hanno pubblicato avvalendosi di un comunicato stampa delle forze dell’ordine che null’altro hanno fatto che compiere il loro dovere.

Informare è doveroso, è indispensabile affinché una società civile possa attingere insegnamenti comportamentali tesi al rispetto delle regole che disciplinano la coesistenza ed il vivere civile.

Ma la ricerca del puro sensazionalismo, del particolare non veritiero, è totalmente fuorviante e distoglie l’attenzione anche da quello che è il vero contenuto della notizia.

Pochi giorni fa alcune testate hanno riferito dell’esistenza di un parcheggio celato dietro un’officina, di un parcheggio che praticava tariffe d’oro senza spendere una parola nei confronti di chi ha ammesso un errore e senza indugio ha posto rimedio a questa situazione.

Nessun conferimento d’onore, né plauso particolare viene richiesto da chi vi scrive ma non è sopportabile dover “accusare” colpi bassi provenienti da notizie distorte.

Si può affermare che a Positano vi sono officine che celano un parcheggio?? e dove sono queste officine?? Il garage Mandara, e scusate la presunzione, è noto a clienti provenienti da tutta Italia ed è munito di officina al terzo piano sottostrada. Il resto della struttura è PARCHEGGIO. Tutto questo è noto agli utenti, a coloro che passeggiano davanti alla struttura.

Allora rivolgendosi agli amici giornalisti che in più di un’occasione hanno parcheggiato nella struttura garage Mandara, ci si domanda il perché si è giunti a questo epilogo. A quelli che conoscono bene le vicende e le strutture del paese gli si chiede per quale motivo pubblicare cose non supportate a pieno dai fatti. Ribadiamo, quali sono le officine che celano i parcheggi??

Si è compreso ampiamente che il destinatario dell’indagine è la nostra struttura ed ora chiediamo a coloro che leggono questi articoli se il garage “Mandara” ha mai celato un parcheggio nell’officina o paradossalmente, solo per la sua ubicazione, si possa dire l’esatto contrario?? La verità è che qui non è celato un bel niente.

Vogliamo parlare della nostra struttura? Allora si dica la verità, si parli di un’attività presente sul territorio da decenni, a disposizione degli utenti per 12 mesi su 12, 24 ore su 24, con immani sacrifici anche quando a Positano per strada si muovono solo le foglie. Criticare è ormai sport nazionale ma coloro che sono rimasti bloccati a centinaia di chilometri, anche d’inverno, sono stati recuperati dal sottoscritto e dalla sua famiglia. SEMPRE PRESENTI e nessuno lo può negare. Chi ha commentato la notizia tirando in ballo anche poteri ecclesiastici non ha considerato che la famiglia Mandara poteva anche “avvalersi” di questi presunti poteri ma non fa parte della nostra filosofia di vita.

Gli errori sono stati ammessi e se ne farà tesoro per il futuro.

Questa affermazione proviene da chi per 24 ore al giorno, 30 giorni al mese, 12 mesi all’anno, è presente sul territorio a disposizione degli utenti.

Vogliamo parlare delle tariffe d’oro?? Ma egregi signori avete mai parcheggiato a Forte dei Marmi, in Costa Smeralda e quante altre località si possono menzionare, prima di affermare l’esistenza di tariffe d’oro.

Agli accertatori non si può che riconoscere operatività ed abilità nello svolgimento del loro servizio ma allo stesso tempo si può serenamente affermare che hanno svolto il loro compito, normale ed ordinario, con la piena collaborazione di cittadini consapevoli di aver commesso un errore e pronti a riconoscere lo stesso.

Ora, lo scopo della presente comunicazione è la doverosa rettifica degli articoli pubblicati, sia in merito alle presunte tariffe d’oro sia in merito a presunte attività abusive mai esercitate nella struttura del sottoscritto così come in altre strutture della nostra amata Positano.

Consci del fatto che, in modo responsabile, i destinatari della presente ne sappiano raccogliere il significato intrinseco, ed al fine di informare ancora meglio i lettori, si auspica la pubblicazione della stessa al più presto.


Distinti saluti

Sig. Crescenzo Mandara