Festeggiamenti per i cento anni della basilica di santa Trofimena

0

30 novembre 1910-28 novembre 2010: cento anni dall’elevazione a basilica della ex cattedrale di Santa Trofimena di Minori. L’editto fu promulgato dall’allora Papa Pio X per gratificare la chiesa e la comunità minorese per l’immensa Fede, la costante cura per il monumento religioso e per ricompensare, forse, i minoresi della soppressione della diocesi autonoma di Minori, avvenuta nel 1818. Minori era, infatti, diocesi autonoma, suffraganea dell’arcidiocesi di Amalfi, con proprio vescovo residente e numeroso capitolo, data la presenza sul territorio di numerose chiese molto frequentate.

Il titolo di Arcivescovo di Minori è, comunque, conservato ed affidato a Mons. Mario Giordana, attuale Nunzio apostolico in Slovenia. E Giordana sarà presente alle celebrazioni per il centenario indette per il 28 novembre prossimo, il giorno dopo i festeggiamenti per la ricorrenza dell’invenzione delle sacre reliquie di Trofimena, vergine siciliana, protettrice di Minori e coprotettrice, con sant’Andrea, dell’Arcidiocesi amalfitana.

E per l’occasione il parroco della basilica, don Pasquale Gentile, dovrà indossare, forse per la prima volta, paramenti speciali concessi da Giovanni Paolo II quasi quindici anni addietro, sempre in riconoscenza della grande Fede del popolo minorese in visita al Santo Padre diverse volte nel corso del suo pontificato, grazie anche ai “buoni uffici” che intercorrono tra il cav. Pasquale di Lieto, minorese d.o.c., e alti esponenti della Santa Sede.

gaspare apicella