Sorrento Fiorentino ricorda la scrittrice Maria Orsini Natale

0

Qualche giorno fa è morta la scrittrice Maria Orsini Natale e Rosario Fiorentino ha fatto quello che avremmo dovuto, e voluto, fare anche noi di positanonews, per l’importanza che ha avuto la scrittrice per la penisola sorrentina e costiera amalfitana, ricordiamo i suoi romanzi come “Francesca e Nunziata” dove parlava di Minori e della costa d’ Amalfi, la sua costante presenza alle iniziative fra penisola sorrentina e costiera amalfitana, la ricordiamo anche a Vico Equense in alcuni incontri letterari, abbiamo un bel ricordo di lei, ma diamo atto a Fiorentino di averla ricordata per noi. “Ho avuto la fortuna di incontrare Maria – spiega Rosario Fiorentino, Consigliere comunale ed ex assessore alla Cultura del Comune di Sorrento – in due occasioni. Al 29° Premio Cypraea, nel 2007, in occasione della mostra di Giovanni Truncellito, ospite dell’amministrazione, e poi nel 2008, in occasione della presentazione del suo ultimo libro “La favola del cavallo” che come assessore alla cultura ho voluto che fosse organizzata tra i primi appuntamenti proprio a Sorrento.” Nata a Torre Annunziata il 19 marzo del 1928, il suo nome è legato in particolare al grande successo del romanzo di esordio “Francesca e Nunziata”, del 1995 dal quale è stato tratto il film omonimo diretto da Lina Wertmuller. “ Maria – aggiunge Fiorentino – è stata una delle più grandi autrici moderne a decantare la bellezza della nostra Campania, del nostro Golfo di Napoli, e a valorizzare la cultura della tradizione e della storia. Ecco perché Francesca e Nunziata ha fatto sognare migliaia di giovani, ecco perché i brani di questo meraviglioso libro sono rimaste nella mente della nuova generazione che poi hanno seguito i personaggi che hanno preso vita sullo schermo della Wertmuller. Le sue opere profumavano della bellezza dei tempi andati, della eterna giovinezza che conserva chi persegue con forza la realizzazione del sogno di una vita,come Francesca che da nulla realizza il sogno di creare il più grande pastifico, o come Nunziata che persegue il suo sogno d’amore.” In fine, conclude Fiorentino “mi impegnerò per quanto mi sarà possibile affinchè il nome e l’arte di Maria siano sempre ricordati”. E se possiamo Positanonews sarà vicina alle iniziative di Fiorentino, grazie di averla ricordata per noi.

Michele Cinque