Pagani muore durante i funerali del cognato caduto dall´albero

0

PAGANI. Una tragedia nella tragedia si è consumata ieri ai funerali dell’uomo morto per una caduta da un albero. Durante la funzione ha accusa un malore ed è successivamente morta, quasi sicuramente per un infarto, Maria Ponticelli, 68 anni. • Era la cognata di Gennaro Bottone e stava accompagnando la folla commossa che seguiva il feretro dall’anziano che ha perso la vita in un tragico incidente mentre coglieva frutta da un albero. • Esattamente si trattava di una sorella della moglie. Insomma, una tragedia nella tragedia. • Il rito è stato celebrato nel pomeriggio di ieri nella chiesa della Madonna del Carmine, anche alla presenza di tantissimi esponenti del mondo politico, essendo il 76enne zio del sindaco di Pagani, Salvatore Bottone. Visibilmente sconvolti, la moglie, Gerarda, i figli, Tommaso, Michele, Antonietta e Carmela. Lacrime amare anche quelle dei fratelli, Pietro Tommaso, Giuseppina e Anna. • Con un passato da venditore ambulante, un po’ tutti hanno ricordato la figura di un uomo che si era fatto da solo e che sapeva essere affabile e disponibile. Al termine della cerimonia, il corteo lo ha accompagnato nell’ultimo viaggio, verso il cimitero di via Leopardi. • Una morte atroce, quella toccata a Bottone, che ha finito per essere impalato da uno dei pali di sostegno della recinzione metallica che delimita il suo appezzamento di terreno. Domenica pomeriggio, come spesso faceva anche durante la settimana, si era recato in campagna. Voleva cogliere dei cachi, ed era salito su una scala per raggiungere i rami più alti di un albero. Non è chiara l’ora dell’incidente, in quanto l’uomo era da solo, e solo alle 19.20, uno dei figli lo ha raggiunto, in quella traversa di via San Domenico, preoccupato che non faceva ritorno a casa. Una scena agghiacciante, quella che si è presentata davanti ai suoi occhi. Il padre, era giá esanime, rimasto impigliato sulla rete di recinzione. Senza perdere tempo, il giovane ha allertato i soccorsi. Nel giro di pochi minuti, è sopraggiunta un’ambulanza dell’emergenza territoriale partita dal Saut di Pagani. • Nonostante il decesso fosse giá evidente, l’équipe ha tentato un disperato tentativo di rianimazione. Che non poteva dare alcun esito, visto che la morte risaliva a qualche tempo, forse addirittura ad un paio d’ore prima. I carabinieri della tenenza di Pagani, agli ordini del comandante Marco Beraldo, hanno avvisato il magistrato. (gi. bi.)