Anghiari (AR). Case MonteRosi. Capodanno speciale: Un´immersione nell´universo della voce.

0

L’associazione 1virgola618 propone un Capodanno speciale:
Un’immersione nell’universo della voce
presso Case MonteRosi – Anghiari  ( Ar )

dal  28 dicembre 2010   (h 15:30)
  al   1° gennaio   2011   (h 13:00)

condotto da  Claudia Bombardella

Imparare a conoscere la propria voce (che lo scopo sia di migliorare e sviluppare le proprie qualità nel canto o che esso sia la semplice conoscenza dello strumento-voce) è una grande occasione per avvicinarsi al mondo misterioso dell’essere umano, della sua capacità vibratoria e di risonanza con il mondo esterno.

La consapevolezza della propria voce dà la possibilità di ampliare la percezione di noi stessi attraverso un canale che va al di là del comune pensiero, consente di volgere lo sguardo oltre il piccolo spazio della nostra individualità e aprirci a una comprensione e una consapevolezza di sé e degli altri molto più ampie.

La laringe è per sua costituzione un organo di estrema sensibilità ricettiva, oltre che di emissione vocale, strettamente collegata a ogni funzione del sistema essere umano studiato in tutti i suoi possibili collegamenti: quelli fisiologici, emotivi, energetici.

Il corso è rivolti a tutti quelli che sono interessati a scoprire, ricercare e sviluppare le potenzialità della propria voce, della sua unicità e al tempo stesso duttilità in quanto mezzo espressivo e comunicativo più immediato.  

Non sono richeste particolari capacità se non curiosità e amore per la ricerca. Il lavoro seppur in gruppo, è essenzialmente un percorso interiore più che estetico, per questo possono coesistere e stimolarsi vicendevolmente livelli molto diversi.

Nel lavoro vengono affrontati vari argomenti che coinvolgono livello fisico, emotivo e mentale, attraverso esercizi e stimoli che  mettono in contatto profondo con quello che c’è, possibilmente senza giudizio, sviluppando la sensibiltà auditiva, la capacità di percezione e di osservazione pura ai fini di una espressività più naturale e consapevole dei meccanismi che regolano il sistema umano.
Suddiviso in lavoro di gruppo e individuale, sebbene i primi incontri siano dedicati sostanzialmente nell’entrare in contatto profondo con il proprio suono, nel corso possono emergere i seguenti temi:

– Ascolto del corpo vibrante, delle parti risonanti, dei punti di appoggio.
– Esplorazione della cavità orale della laringe e i suoi collegamenti con il resto del corpo.
– Il suono nello spazio, risonanza interna ed esterna, sviluppo delle qualità timbriche.
– Studio, osservazione e analisi di strutture musicali semplici quali la melodia, senso della frase, il suo respiro, sperimentazione creativa a servizio della melodia o delle proprie esigenze espressive.
– Analisi di un contesto armonico/ritmico, presa di coscienza di ciò che avviene nell’incontro di due o più suoni sia da un punto di vista della tension/distensione musicale che da un punto di vista delle risonanze interiori (emotive e culturali) e quindi anche le eventuali differenze o similitudini fra culture varie.

Per informazioni ed iscrizioni:
3494248355
info@1virgola618.it

————————————————————————————————–

Claudia Bombardella

Compositrice, polistrumentista, cantante, ricercatrice. Musicista eclettica nata a Lussemburgo, inizia giovanissima lo studio del sassofono, passando poi allo studio di molti altri strumenti e allo studio approfondito della voce.

Dal 1984 al 1987 studia Jazz all’Akademie Remscheid in Germania, a Firenze espressione teatrale con Ugo Chiti e presso la scuola di Orazio Costa, collabora con varie compagnie teatrali.

Dal 1987 al1994 studia Sassofono e composizione presso la Scuola di Musica di Fiesole dove passa poi all’insegnamento come assistente per 7 anni:
in questo contesto svolge attività di ricerca sulla tecnica ergonomica del sassofono e sulla musica tradizionale del mondo.
Scrive, arrangia e dirige le musiche per varie formazioni di fiati e per tre anni di seguito vince il concorso On the Road Festival di Pelago.

Nel 1999 e 2000 studia espressione vocale con Kaya Anderson, successivamente  scrive e insegna musica nei laboratori di “Voce creativa” tenuti nella sede del Roy Hart Theatre di Malerargues (Montpellier) insieme a Kaya Anderson.

Nel 2006 e 2007 studia tecnica vocale secondo il metodo “Funzionale” presso la scuola di Lichtenberg (Dortmund-Germania).

Nel 2001-2  tiene lezioni sulla  creatività (voce e movimento)all’interno di un corso di formazione nel Councelling, presso l’associazione Arcobaleno di Lucca.

Dal 2001  fa parte della Multicolor Orchestra diretta dal compositore Giancarlo Schiaffini con cui incide il CD “PARADE” per cui scrive alcuni brani.

Nel 2002-2004 collabora con la compagnia teatrale Occopazioni Farsesche alla realizzazione dello spettacolo Votate Lucifero  su testo di Ubaldo Soddu e regia di Riaccardo Sottili.
Con lo spettacolo partecipa al XXII° festival teatrale internazionale al teatro stabile Baltic House di S.Pietroburgo.

Da oltre 20 anni scrive ed arrangia le musiche per le sue formazioni:

duo, trio, quintetto,
per coro,
per orchestra (Orchestra regionale toscana, Volksoper di Vienna)

Da tali esperienze nascono nel tempo 6 CD:

(1996), “Shalom”
(1997), “Klezmer experience”
(1999), “Maremma”
(2000), “Strumenti di pace” (che ottiene il bollino di qualità della rivista francese Trad Magazine)
(2004), “Paesaggi lontani” 
(2008), “Un mondo fra le mani” (che ottiene il bollino di qualità Fbis della rivista italiana Folk Bulletin).

Ha uno stile personale che attinge alle tradizioni popolari più disparate.  Tiene concerti in tutta Europa (nel 2007 inaugura con il suo quintetto l’Anno della cultura a Lussemburgo).

Progetta e realizza come solista lo spettacolo “Leggende, strumenti e voci dei popoli”: un viaggio per voce e 21 strumenti nel mondo delle tradizioni dei popoli nomadi.

Cura e scrive le musiche per i film/documentari:
“La scelta” 
“Coscienza di sole”
”Radio Cora”
 regia di Alessandra Povia.
 
Nel 2008 le viene riconosciuto il Premio Teresa Viarengo con  la seguente motivazione: “Polistrumentista e cantante, rilegge in modo originale l’essenza della tradizione, ripresentandola con suoni nuovi e idee creative tanto dal punto di vista timbrico quanto da quello compositivo.
Rara figura di front woman nella nuova musica acustica italiana […]”.

Nel 2009 scrive le musiche per il suo ultimo progetto progetto “Le Vie dello Spirito” per quintetto d’archi e coro.

Nell’ultimo decennio si dedica intensamente al lavoro di ricerca sulla “vocalità e creatività”, tiene seminari in varie cittá d’Italia (Firenze, Roma, Terranuova, Massa…ecc) ed all’estero: Madrid (Spagna), Parigi e Montpellier (Francia) e Namest (Cecoslovacchia):
Un percorso di lucida immersione nel suono che attiva una consapevolezza sempre più sottile del proprio potenziale vibratorio e risonante.

Dal 2008  Tiene regolari corsi di formazione sulla vocalità a Firenze (presso lo studio Longo-Bellesi).

Attualmente: Tiene corsi di  “composizione creativa” per i corsi di perfezionemento (MFA master) presso l’Accademia dell’Arte di Arezzo.

 

 

[Dal lancio-stampa ricevuto; segnalazione di Maurizio Vitiello.]

Lascia una risposta