Serie A – Inter a pezzi, Eto´o la tiene a galla

0

Finisce 1-1 la gara con il Brescia, si fanno male Maicon e Samuel. Rondinelle avanti al 14′ del primo tempo, pareggio su rigore dubbio di Eto’o (nella foto AP/LaPresse) al 73′. Nell’intervallo si ferma per un malore anche Sneijder

L’Inter non riesce a reagire alla pesante sconfitta di martedì contro il Tottenham in Champions League e si fa fermare sull’1-1 dal Brescia a San Siro nel secondo anticipo della 10a giornata. Gli uomini di Benitez incappano in un’altra serata molto deludente sotto il profilo della manovra e in parte del carattere. E a queste note negative va aggiunto l’ennesimo “bollettino di guerra” in termini di infortuni. Alla già lunga di indisponibili si aggiungono infatti Maicon (probabile guaio muscolare per lui) e Samuel, il cui scontro con Caracciolo in apertura di secondo tempo sembra avere conseguenze piuttosto serie per il ginocchio destro. Nell’intervallo rimane negli spogliatoi anche Sneijder che, avendo accusato un malore, non rientra in campo nella ripresa.

Vista l’emergenza a centrocampo, Benitez vara un 4-4-2 molto offensivo, con Coutinho e Pandev sulle fasce e Sneijder in cabina di regia al fianco di Zanetti. In attacco, torna dal 1’, dopo 42 giorni, Milito che fa coppia con lo scatenato Eto’o di questo inizio di stagione. Iachini, reduce da 5 sconfitte consecutive con il suo Brescia, presenta un centrocampo infoltito dalla presenza di un fantasista in più, il rientrante Diamanti, al posto di una punta. Così, alle spalle dell’unico attaccante Caracciolo, ci sono il talento di Prato ed il greco Konè.

La partenza dei neroazzurri è incoraggiante, soprattutto sotto il profilo dello spirito; tanto per cambiare è il camerunese l’ispiratore delle principali iniziative dei campioni d’Italia e d’Europa, ma, dopo 10’ di spinta, il Brescia inizia a venire fuori con il suo possesso di palla ragionato. Il sinistro a lato di poco di Diamanti al 13’ è il preludio al vantaggio ospite, arrivato un minuto più tardi grazie a Caracciolo che raccoglie un lancio in profondità, vince il contrasto con Samuel e non perdona Castellazzi in diagonale. La reazione dell’Inter è molle, poco convinta e poco lucida; l’infortunio di Maicon (26’) complica ulteriormente i piani di Benitez, costretto a correre ai ripari con l’inserimento di Cordoba.

Fa specie che il portiere bresciano Arcari non debba compiere interventi particolarmente difficili, eccezion fatta per una traversa fortuita del solito Eto’o (29’) ed un paio di conclusioni imprecise di Pandev. L’Inter esce subissata dai fischi del suo pubblico alla fine del primo tempo, ma l’inizio della seconda frazione è, se possibile, ancora peggiore. Sneijder accusa un mancamento nella pausa e lascia spazio al giovanissimo Obi, poi dopo 2’ il ginocchio di Samuel, in contrasto con Caracciolo, fa crac e costringe uno sfortunatissimo Benitez all’ultima sostituzione. Entra Santon, che va a destra e comporta lo slittamento di Cordoba al centro della difesa accanto a Lucio.

I due ultimi ingressi hanno però l’effetto di restituire un po’ di brio all’Inter, che entra in campo con un atteggiamento più aggressivo che costringe il Brescia solo alla fase difensiva. Stentano però ad arrivare palle gol nitide, fino al 69’ quando Arcari è monumentale su Eto’o in uscita. Nulla può 4’ più tardi sul penalty conquistato (dopo un più che dubbio contatto con Berardi a seguito di uno scambio in velocità con Pandev) e trasformato dall’africano (73’): per lui è l’ottavo centro in campionato.

Negli ultimi minuti è un assedio totale all’area di rigore del Brescia, che produce un paio di conclusioni dalla distanza ed una clamorosa chance a Milito nell’ultimo dei cinque minuti di recupero, ma il sinistro del Principe si perde in curva.

L’Inter perde così l’opportunità di accorciare in classifica sulla Lazio in attesa del derby di Roma, ma ora deve guardare profondamente al suo interno per ritrovare compattezza e qualità del gioco. Oltre a recuperare qualche infortunato perché così non si può andare avanti.

Andrea Distaso / Eurosport

VISITA IL MIO BLOG

http://www.calcionapoli.positanonews.it/