Serie A – Inter in emergenza, Moratti "Brutta cosa" INTER-BRESCIA 1-1

0

Durante il pari con il Brescia, i nerazzurri hanno perso anche Maicon e Samuel, oltre a Sneijder che si è sentito male durante l’intervallo. Fatti che mettono in allarme il presidente. Il Brescia, invece, si lamenta per il penalty concesso a Eto’o

Non è stata una serata felice quella di sabato per l’Inter. I nerazzurri non sono andati oltre l’1-1 in casa con il Brescia. Ma non solo, durante il match hanno perso per infortunio Maicon prima e Samuel poi. Mentre Wesley Sneijder è stato sostituito per un mancamento accusato durante l’intervallo. L’emergenza continua. Anzi, è sempre più evidente. Anche per un sempre meno soddisfatto Massimo Moratti.

MORATTI – “E’ stata una partita sfortunata dal punto di vista calcistico e molto brutta per gli infortuni. È una brutta cosa che uno come Samuel si faccia male così, per non parlare di Maicon e Sneijder. Questo crea un clima difficile, anche se i ragazzi hanno giocato con tanta voglia di far bene”.

BENITEZ – “Samuel ha una distorsione al ginocchio, sembra il più serio degli infortuni. Oggi tanta sfortuna. Sneijder con uno svenimento, gli girava la testa, e prima ancora con Maicon. Troppe cose per controllare una partita”. Questo il “bollettino medico” stilato da Rafael Benitez al termine del pareggio casalingo dell’Inter con il Brescia. Gara contrassegnata da infortuni per il club nerazzurro che aveva già dovuto fare i conti con molte defezioni. “La prestazione di Maicon prima dello stop? Aveva un problema al ginocchio, quando c’è un problema è difficile la corsa. Stava bene, ha energia, ha fatto le ultime gare con tanto sforzo ma stava bene. Questa è sfortuna ribadisce l’allenatore dell’Inter ai microfoni di Sky Sport – troppi infortuni diversi. La squadra ha fatto bene nel primo tempo con tanti tiri in porta. Quando il Brescia ha fatto gol era difficile. Noi abbiamo avuto fretta ma abbiamo avuto anche tanti tiri vicino l’area avversaria. E’ mancata precisione e anche la fortuna. Dobbiamo usare una squadra offensiva e lo abbiamo fatto”. L’allenatore spagnolo commenta rivedendo le immagini in tv il dubbio calcio di rigore concesso dall’arbitro per un fallo su Eto’o, con il camerunense che ha poi trasformato dal dischetto. “Dalla panchina sembrava che per l’arbitro era chiaro. Dalla panchina sembrava essere più chiaro. Possiamo vedere la moviola venti volte ma l’arbitro era in buona posizione. Quando l’Inter tornerà al top della condizione? Oggi siamo stanchi, vediamo dal prossimo allenamento”.

IACHINI – “Il calcio di rigore su Eto’o? Rivedendo le immagini direi che non c’era. Peccato, la squadra ha fatto un’ottima gara, stavamo tenendo bene il campo, abbiamo concesso tiri dalla distanza ma pronti per ripartire”. Questa l’analisi di Beppe Iachini al termine del pareggio del Brescia sul campo dell’Inter campione d’Italia in carica. Ai microfoni di Sky Sport il tecnico delle “rondinelle” elogia il suo gruppo: “Abbiamo fatto diverse gare così, non accompagnate dal risultato. La squadra ha concesso poco agli avversari ma non ha finalizzato. L’Inter? Stasera c’è da dare merito ai nostri ragazzi, ottima gara per intensità e ordine tattico. Non accontentarsi e ripartire per andare a far gol. Qui a San Siro non si può pensare solo a difendersi. Dovevamo essere sempre propositivi per andare a fare gol, dovevamo farne un altro. Uno non e’ bastato. Per quando fatto a livello di prestazione, valutando l’episodio del rigore, c’è amarezza. Potevamo fare i tre punti, peccato. Dopo la Roma non siamo stati molto fortunati. Abbiamo avuto episodi non favorevoli e questo ci ha penalizzato”.

CORIONI – “Vorrei vincere sempre, il pareggio prima l’avremmo firmato e anche dopo lo firmiamo. L’arbitro ha diretto bene. Il fallo su Eto’o? E’ un rigore che lascia molti dubbi”. Cosi’ Gino Corioni, presidente del Brescia, ai microfoni di Sky Sport analizza il prezioso pareggio del club di Iachini contro l’Inter a San Siro. “L’Inter ha giocato la palla più di noi, il Brescia da squadra ordinata. Se vincevamo non rubavamo niente. Abbiamo pareggiato, bene così. A Iachini cosa dirò? Che dovevamo vincere”, ha aggiunto Corioni.

DIAMANTI – “Questo per noi è un grandissimo risultato” dice Alessandro Diamanti, attaccante del Brescia parlando del pareggio portato via dal “Meazza”. Un pareggio che sta stretto alle “rondinelle” visto che sono state raggiunte dai campioni d’Italia e d’Europa solo su rigore con il solito Samuel Eto’o con il quale si è fermato a lungo a discutere al termine del match. “Gli ho detto che secondo me non era rigore ed anche per lui non era rigore – rivela Diamanti a Sky Sport -. Mi ha spiegato che ha messo il piede sul pallone ed è scivolato. L’arbitro l’ha vista così… andiamo avanti” spiega Diamanti che poi aggiunge: “Ho detto a Eto’o sei un campione, potevi dirlo all’arbitro perchè a noi ci cambia la vita a voi no”. “Dopo una buona partita ci piaceva anche a noi vincere, ma fare un pareggio a S.Siro con l’Inter è un punto preso, Ora, però, pensiamo alla partita di mercoledì on la Juve, un’altra big” continua l’attaccante pratese. “Noi abbiamo perso delle partite che non meritatamente ma questo è il calcio”.

Italpress