Sorrento: Pronta la rivoluzione urbanistica del futuro, la Provincia approva il nuovo piano comunale.

0

Sorrento: Approvato il piano urbanistico comunale.

di Vincenzo Maresca.

Sorrento. Disco verde da parte della Provincia di Napoli per l’approvazione del piano urbanistico comunale della città di Sorrento, uno strumento atteso da anni e che cambierà lo scenario edilizio del territorio dando una risposta alle esigenze dei cittadini sotto il profilo abitativo oltre che una risoluzione concreta ad interventi di edilizia straordinaria concretizzati da privati negli ultimi anni. Tra le principali risposte la realizzazione all’interno di un fondo del rione Atigliana di una struttura edilizia residenziale pubblica per circa 30 appartamenti. La notizia giunge dall’ente provinciale dove ieri mattina in sede di conferenza di servizi il piano urbanistico comunale di Sorrento ha raccolto pareri favorevoli alla presenza del presidente della Provincia di Napoli, Luigi Cesaro, dell’assessore provinciale all’urbanistica Aniello Palumbo, dopo un incontro tenutosi con il sindaco di Sorrento, Giuseppe Cuomo, l’assessore all’edilizia privata Federico Gargiulo, il dirigente dell’ufficio tecnico del Comune di Sorrento, Guido Imperato, il consulente tecnico comunale Guido Riano. Nell’arco dei prossimi venti giorni il presidente del consiglio comunale sorrentino Mario Acampora dovrà convocare l’opportuna seduta consiliare per la ratifica dell’importante strumento già approvato dalla Provincia di Napoli. L’atteso dispositivo depositato da mesi negli uffici di competenza dell’ente provinciale partenopeo aveva già visto il coinvolgimento delle parti interessate per la valutazione di eventuali modifiche da apportare al piano urbanistico comunale da valutare in collaborazione della terna tecnica dell’ufficio tecnico sorrentino e composta dall’ingegnere Guido Imperato e dagli architetti Guido Riano e Riccardo Festa dai quali sono nate importanti previsioni in particolare per quelle opere pubbliche che nei prossimi anni saranno messe in cantiere sul territorio della città di Sorrento, tanto nel tessuto del centro urbano quanto in quello delle periferie. Nello scenario edilizio del futuro dovrebbe comparire la realizzazione di un parcheggio interrato sotto la stazione terminale della circumvesuviana che contestualmente ai prossimi interventi da concretizzare nel megaparcheggio “Achille Lauro” di via Correale contribuirà alla progressiva pedonalizzazione del centro urbano di Sorrento. L’ampliamento di parte dell’arteria principale del corso Italia, l’arretramento di una struttura alberghiera nel quartiere di Marano di ingresso al centro di Sorrento, oltre che di una piccola abitazione, rappresentano alcuni degli aspetti più rivoluzionari di un piano urbanistico comunale che nel prossimo decennio contribuirà a modificare la geografia della città di Sorrento. Lo storico borgo di Marina Grande e l’area portuale di Marina Piccola, con successiva riqualificazione dell’intera area che ospita mezzi turistici, taxi e veicoli in genere, potrebbero finalmente essere collegati tra di loro attraverso la realizzazione di un percorso pedonale. Sparirà anche la stazione di rifornimento attualmente ubicata sul corso Italia, delocalizzata in area non soggetta a congestione del traffico, diventerà realtà il futuristico collegamento funicolare che dovrebbe congiungere Sorrento con Sant’Agata sui due Golfi alla stregua di quello esistente tra Castellammare di Stabia e Monte Faito. Il piano urbanistico comunale prevede anche la delocalizzazione della centrale elettrica attualmente localizzata nei pressi della scuola media “Torquato Tasso” di via degli Aranci, quasi una risposta all’interrogazione presentata al ministro per lo sviluppo economico da parte del senatore del pdl Raffaele Lauro con la sottoscrizione da parte di un centinaio di altri senatori appena tre giorni fa. La nuova centrale elettrica dovrebbe sorgere in via San Renato nei pressi del cimitero comunale dove tra l’altro potrebbe nascere addirittura un centro fieristico.