Campania, batosta di Telelombardia sui rifiuti

0

E’ capitato, a Telelombardia ride e lo fa sul problema dei rifiuti a Napoli e Campania; a “Orario Continuato”, una trasmissione fra le più seguite dell’emittente lombarda, hanno avuto la geniale idea di occuparsi del territorio campano tirando su un ridicolo sondaggio: “Vedi Napoli e poi puzzi. La crisi dei rifiuti sarà anche colpa loro?”.
I numeri hanno condannato senza appello la Campania; l’80% ritiene che la colpa è tutta dei napoletani, rei di disconoscere le moderne pratiche di raccolta differenziata. Tutta la trasmissione è stata imperniata poi su di un’interpretazione che, evidentemente, consegna ai cittadini campani e napoletani il premio della beffa oltre che quello del danno, visibile, tangibile e soprattutto “odorabile” da troppi mesi.
Telelombardia ha colto nel segno, anche se Roberto Saviano, di recente, ha ricordato in una trasmissione Rai come tra gli anni ‘80 e ‘90 tanta “monnezza” di Milano e dintorni sia stata convogliata e incanalata verso due redditizie destinazioni: la Germania e il Mezzogiorno delle varie Villa Literno, San Tammaro, Castel Volturno. Se al nord si pulisce, si raccoglie, si è in equilibrio con l’ambiente, è perché a Sud si sotterra, si lercia, si brucia.
Giovanni Farzati