Napoli, fiamme dal motore dell´aereo Capodichino: atterraggio di emergenza

0

 

NAPOLI – Si è conclusa con un po’ di panico per i 33 passeggeri, ma per fortuna senza danni, la disavventura dell’aereo MD82 della compagnia Meridiana in decollo dall’aeroporto di Capodichino alle 20.22 e diretto a Cagliari. Atterraggio di emergenza in serata a Capodichino: il comandante di un MD82 Meridiana, in servizio sulla linea Napoli-Cagliari è stato costretto a compiere un rientro immediato a Capodichino per un’avaria a un motore.

Il volo IG 1678 alle 20,20 ha avuto l’ok da Napoli Torre per il decollo secondo le ordinarie procedure. Nella primissima fase ascensionale, non appena il carrello si è staccato dal suolo, all’interno della cabina i 33 passeggeri in viaggio hanno avvertito un forte rumore, «come un boato proveniente dalla coda», diranno poi alcuni testimoni. Il comandante ha registrato una sensibile diminuzione di potenza al motore di sinistra dal quale, come confermato successivamente, sono fuoriuscite tante scintille e qualche sfiammata.

Dall’aeromobile è stata richiesta l’attivazione delle procedure per un atterraggio di emergenza. Nell’aerostazione è scattato il protocollo previsto per situazioni del genere, con blocco di tutte le operazioni aeroportuali, stop ai voli in partenza e arrivo, mentre i vigili del fuoco del distaccamento “aeroporto”, con il caposquadra Faticati, si sono schierati in pista pronti a fronteggiare qualsiasi evenienza, assistiti dal servizio sanitario aeroportuale e da mezzi del 118. Dall’aereo i piloti hanno comunicato che la situazione era sotto controllo per i motori, confermando che il motore sinistro era in funzione e non v’era stato incendio.

Una volta toccata la pista l’MD82 è stato “scortato” dai mezzi dei vigili del fuoco che hanno coordinato e assistito i passeggeri durante le operazioni di sbarco in area di sicurezza, con l’assistenza del personale di bordo. Certamente a bordo si sono vissuti attimi di tensione ma nessuno dei viaggiatori è stato colto da malore. In totale il volo IG 1678 è durato 13 minuti: sui tabelloni dell’aerostazione il volo è risultato “cancellato”

Le cause dell’incidente. Saranno le inchieste della compagnia Meridiana e quella dell’Ente per la sicurezza del volo a dire l’ultima parola anche se, tra le ipotesi, si parla di un bird-impact o di un oggetto risucchiato all’interno del motore proprio nella fase finale dell’accelerazione in pista. Di sicuro, stando a quanto si è appreso, il dispositivo di autospegnimento del motore è stato efficiente.
Per i passeggeri nottata in albergo a Napoli: ripartiranno domani alla volta di Cagliari.

Nella sua storia Meridiana non ha mai registrato incidenti con vittime mentre l’ultimo inconveniente registrato risale al marzo 1994. L’ente nazionale per la sicurezza del volo sta seguendo la vicenda per classificare correttamente l’evento, anche ai fini di un’eventuale inchiesta tecnica per stabilire le cause di quanto accaduto.

di Maurizio Cerino Il Mattino di Napoli

scelto da Michele Pappacoda

Lascia una risposta