Salerno De Luca: «È stata un’idiozia affidare i rifiuti alle Province»

0

 Idiota. Se c’è un aggettivo che il sindaco di Salerno, Vincenzo De Luca, ha pronunciato più volte ieri sera nel corso della trasmissione di Michele Santoro «Annozero» di cui è stato ospite, è idiota. Idiota è la legge regionale che ha sancito la provincializzazione della gestione del ciclo integrato dei rifiuti. «Una scelta sbagliata», ha detto il primo cittadino che, nonostante i duri affondi lanciati alle istituzioni e soprattutto all’ex governatore Antonio Bassolino che ha approvato la decisione, ha sempre mantenuto un low profile. Per due motivi. Primo: «una sola società non può gestire i rifiuti di tre milioni di persone». Secondo: «basta un capozona della camorra per mettere in ginocchio tutta la regione». Il che significa che per le organizzazione criminali è più facile riuscire a controllare un’unica società piuttosto che i diversi enti locali, cioè i singoli comuni, che prima della legge regionale, avevano competenza in materia di rifiuti. «E’ altrettanto idiota» la legge che ha eliminato gli incentivi per i comuni che raggiungevano buoni risultati con la raccolta differenziata. E, in questo caso, l’attacco è sferrato allo Stato. «L’incentivo — tuona De Luca — va reintrodotto, altrimenti comuni come il mio ci rimettono anche 19 milioni di euro. E noi, a Salerno, abbiamo raggiunto il 72%, il doppio di Milano».

La provocazione, stavolta, colpisce il senatore della Lega, Roberto Castelli, che, qualche minuto prima, aveva sottolineato come al Nord si è risolto il problema rifiuti, al Sud è ancora emergenza. Infine, «è idiota» anche la scelta fatta nel 2000 di chiudere tutte le discariche senza soluzioni alternative. Il capo della Protezione Civile, Guido Bertolaso, sembra, almeno per un momento, sottrarsi al fuoco di De Luca, quando il sindaco di Salerno concorda con l’ex commissario all’emergenza sulla responsabilità delle classi dirigenti locali. Ma, a parte questa parentesi, è scontro frontale. De Luca dice no a Terzigno e al Parco nazionale del Vesuvio. Bertolaso appoggia la scelta di Cava Sari. Il sindaco di Salerno chiama problema strutturale quello che, al contrario, Bertolaso definisce un episodio o un incidente. De Luca prevede che all’inizio del prossimo anno la regione sarà sommersa dai rifiuti: «A marzo, la metà delle discariche attualmente funzionanti saranno esaurite, a novembre prossimo saranno tutte sature».

Angela Cappetta Il Corriere del Mezzogiorno

scelto da Michele Pappacoda