SORRENTO Buona Santa Lucia

0

«La vita è il fiore per il quale l’amore è il miele» (Victor Hugo). Solo in certi momenti privilegiati dell’essere, come quando si esperisce un’intensa intesa amorosa con l’altro, in cui ci si sente fondere con il suo corpo e con il suo sentire e il pensare diventa leggero, la solitudine della relazione con il proprio esistere non si fa percepire. La carezza di chi sente per te un amore intenso arriva a toccare la pelle dell’anima, le sue parole vengono come da dentro e legano il respiro dell’uno con l’altra .
A voi che sbadigliando preparate il caffè per chi si reca al lavoro, a voi che sonnecchiate nelle carrozze di treni e metropolitane, avvolti in sciarpe che vi ricordano ancora, per un po’, l’abbraccio dell’amata, a voi che già state smanettando su telefonini e tablet, spero per lasciare il primo buongiorno, il primo bacio, all’amore che ancora è rapito nelle braccia di Morfeo, a tutti noi, anonimi ma splendidi granelli di sabbia di un’Umanità che si potrebbe scoprire migliore, l’augurio che questo giorno, per intercessione di Santa Lucia, ci ridoni la “vista” dell’altro che ci rimanda ad un Altro a cui tutti, seppure inconsapevolmente, tendiamo. Santa giornata a tutti, Aniello Clemente.
https://lateologia.wordpress.com/2016/12/13/buon-santa-lucia/«La vita è il fiore per il quale l’amore è il miele» (Victor Hugo). Solo in certi momenti privilegiati dell’essere, come quando si esperisce un’intensa intesa amorosa con l’altro, in cui ci si sente fondere con il suo corpo e con il suo sentire e il pensare diventa leggero, la solitudine della relazione con il proprio esistere non si fa percepire. La carezza di chi sente per te un amore intenso arriva a toccare la pelle dell’anima, le sue parole vengono come da dentro e legano il respiro dell’uno con l’altra .
A voi che sbadigliando preparate il caffè per chi si reca al lavoro, a voi che sonnecchiate nelle carrozze di treni e metropolitane, avvolti in sciarpe che vi ricordano ancora, per un po’, l’abbraccio dell’amata, a voi che già state smanettando su telefonini e tablet, spero per lasciare il primo buongiorno, il primo bacio, all’amore che ancora è rapito nelle braccia di Morfeo, a tutti noi, anonimi ma splendidi granelli di sabbia di un’Umanità che si potrebbe scoprire migliore, l’augurio che questo giorno, per intercessione di Santa Lucia, ci ridoni la “vista” dell’altro che ci rimanda ad un Altro a cui tutti, seppure inconsapevolmente, tendiamo. Santa giornata a tutti, Aniello Clemente.
Buon santa Lucia