Napoli: ancora pusher a piazza Bellini, arrestati dai carabinieri tre spacciatori di droga del Gambia

0

Ancora spacciatori di droga nella zona di Piazza Bellini a Napoli. Questa notte 3 cittadini del Gambia sono stati arrestati dai Carabinieri del nucleo Operativo della Compagnia Napoli Centro nel corso di un intervento antidroga. Fin dalla tarda serata i militari dell’Arma avevano iniziato attività di osservazione a distanza dei movimenti dei 3, dopo averli notati aggirarsi con fare sospetto nella frequentatissima zona del centro. I sorpresi a spacciare hashish e marijuana si chiamano Ebraima Makalo, 22 anni, Ali Turka, 33 anni e Lamin Drammeh, 30enne, tutti senza fissa dimora e non in regola con le norme sull’immigrazione. Sono stati bloccati subito dopo aver consegnato una confezione di marijuana a uno studente universitario fuori sede e sottoposti a perquisizioni, venendo trovati in possesso di 32 grammi di hashish e 12 grammi di marijuana già suddivisi in stecchette e confezioni pronte per lo spaccio al dettaglio che portavano nascoste nella biancheria intima. Dopo le formalità di rito in caserma attendono il rito direttissimo.

TELECAPRINEWS

Ancora spacciatori di droga nella zona di Piazza Bellini a Napoli. Questa notte 3 cittadini del Gambia sono stati arrestati dai Carabinieri del nucleo Operativo della Compagnia Napoli Centro nel corso di un intervento antidroga. Fin dalla tarda serata i militari dell’Arma avevano iniziato attività di osservazione a distanza dei movimenti dei 3, dopo averli notati aggirarsi con fare sospetto nella frequentatissima zona del centro. I sorpresi a spacciare hashish e marijuana si chiamano Ebraima Makalo, 22 anni, Ali Turka, 33 anni e Lamin Drammeh, 30enne, tutti senza fissa dimora e non in regola con le norme sull’immigrazione. Sono stati bloccati subito dopo aver consegnato una confezione di marijuana a uno studente universitario fuori sede e sottoposti a perquisizioni, venendo trovati in possesso di 32 grammi di hashish e 12 grammi di marijuana già suddivisi in stecchette e confezioni pronte per lo spaccio al dettaglio che portavano nascoste nella biancheria intima. Dopo le formalità di rito in caserma attendono il rito direttissimo.

TELECAPRINEWS