Piano di Sorrento. Iaccarino “Izzo tornerà al Comune”. Giammarino coordinatore del Piano Sociale di Zona?

0

 Piano di Sorrento.  “Dal primo gennaio Gennaro Izzo tornerà  al Comune di Piano di Sorrento e non sarà più distaccato al Piano Sociale di Zona”. Tutti i possibili retroscena su Izzo che poteva continuare a fare il coordinatore e sperare di diventare amministratore dell’ Azienda Speciale, ripresi dalla stampa e dati per certi anche da consiglieri comunali, vengono smentiti categoricamente dal sindaco Vincenzo Iaccarino. D’altra parte nessun atto ufficiale è stato messo in essere dall’amministrazione carottese che si discostasse da questa scelta  e le alternative , come la mobilità con il Comune di Sant’Agnello, prospettata da Rosario Fiorentino, neanche sono state prese in considerazione. Come ha scritto Positanonews prospettando possibili scenari , che nessuno aveva valutato se non addetti al settore, un precedente “interregno” c’è stato ed è quello con Giammarino e forse lui potrebbe essere preso in considerazione per traghettare il PSZ all’azienda speicale , il sindaco ha chiarito la cosa con un post proprio dopo l’articolo di Positanonews dopo che era uscita su varie testate la notizia infondata di Izzo che rimaneva al PSZ “C’è molta DISINFORMAZIONE e anche STRUMENTALIZZAZIONE sui media in riferimento al lavoro che si sta facendo da parte dei sei Comuni della Penisola Sorrentina per riorganizzare l’erogazione dei Servizi Sociali fin qui garantiti dal Piano Sociale di Zona (PSZ). Ragioni di natura organizzativo-gestionale e anche di modernizzazione degli strumenti a disposizione dei Comuni hanno indotto le Amministrazioni, invitate in tal senso anche dalla Regione Campania, Assessorato competente, a dotarsi di Aziende consortili preposte all’impiego delle cospicue risorse finanziarie con le quali si erogano le diverse prestazioni. L’ipotesi di costituire un’Azienda Speciale Consortile per la gestione dei servizi alla persona è stata oggetto di discussione sin dai primi incontri tra i Sindaci e definita nell’incontro di coordinamento istituzionale di tutti i primi cittadini tenutosi, da ultimo, in data 05.12.16. Ovviamente i provvedimenti inerenti l’approvazione della Convenzione per la costituzione della citata Azienda nonchè dello Statuto saranno posti all’attenzione dei Consigli comunali degli Enti interessati. Nell’occasione rappresento che solo nell’incontro tenutosi in data 01.12.16 presso il Comune di Sorrento tra i Segretari comunali e funzionari dei diversi Comuni interessati (al quale non hanno partecipato rappresentanti politici), il Dott. Ferraro, Segretario Generale dell’Ente, si è limitato a segnalare (a verbale e, precedentemente all’incontro, con comunicazione al sottoscritto) il recentissimo emendamento alla Legge di Bilancio, già licenziato dalla Camera dei Deputati che prevede (ove approvato definitivamente al Senato) la possibilità di costituire eventualmente ed alternativamente Consorzi ex art. 31 TUEL per i servizi sociali; tanto per ogni competente valutazione dei rappresentanti politici. Del tutto FALSA risulta essere, per quanto sopra esposto, l’informazione resa dal giornale di informazione locale Agorà informa, secondo cui “Vincenzo Iaccarino, e il suo Segretario generale, il dottor Michele Ferraro, hanno proposto di temporeggiare in attesa di valutare l’emendamento alla legge di stabilità”. Quanto alla questione del Cordinatore del PSZ, Dott. Izzo, lo scrivente tiene a precisare ulteriormente, al fine di spegnere ogni polemica sul punto da parte di chi mira soltanto a trasformare tutto in un braccio di ferro e in uno scontro politico, in un “dietro-front” o “resa dignitosa” del sottoscritto, che: – il citato dipendente comunale rientrerà in servizio presso il Comune di Piano di Sorrento dal 01.01.2017 con la cessazione del periodo di distacco durato ben oltre un decennio presso il PSZ; in tal senso lo scrivente ha inoltrato formale nota, già in data 15.11.16, al Comune di Sorrento per indefettibile esigenza di assitente sociale (mansione detenuta dal dott. Izzo per profilo professionale) rilevata nell’organico comunale; tanto sulla scorta di plurime comunicazioni sul punto a firma del Segretario Generale ed, altresì, per assicurare la necessaria rotazione negli incarichi per come previsti dalla vigente normativa anticorruzione; – nell’occasione della riunione dei Sindaci del 05.12.16 presso il Comune di Sorrento, il sottoscritto ha preso atto, come tutti i presenti all’incontro, della riferita disponibilità del Comune di Sorrento di affidare l’attività di “traghettatore”, ovvero di avvio dell’iter della costituenda Azienda Speciale Consortile, a Dirigente dell’Ente predetto (Sorrento). Per ora mi fermo qui con l’invito ai Giornalisti a contattarmi se intendono approfondire ulteriormente la problematica per quanto riguarda il Comune di Piano piuttosto che alimentare UN’INFORMAZIONE SBAGLIATA E DI FONTE INCERTA.”

 Piano di Sorrento.  "Dal primo gennaio Gennaro Izzo tornerà  al Comune di Piano di Sorrento e non sarà più distaccato al Piano Sociale di Zona". Tutti i possibili retroscena su Izzo che poteva continuare a fare il coordinatore e sperare di diventare amministratore dell' Azienda Speciale, ripresi dalla stampa e dati per certi anche da consiglieri comunali, vengono smentiti categoricamente dal sindaco Vincenzo Iaccarino. D'altra parte nessun atto ufficiale è stato messo in essere dall'amministrazione carottese che si discostasse da questa scelta  e le alternative , come la mobilità con il Comune di Sant'Agnello, prospettata da Rosario Fiorentino, neanche sono state prese in considerazione. Come ha scritto Positanonews prospettando possibili scenari , che nessuno aveva valutato se non addetti al settore, un precedente "interregno" c'è stato ed è quello con Giammarino e forse lui potrebbe essere preso in considerazione per traghettare il PSZ all'azienda speicale , il sindaco ha chiarito la cosa con un post proprio dopo l'articolo di Positanonews dopo che era uscita su varie testate la notizia infondata di Izzo che rimaneva al PSZ "C'è molta DISINFORMAZIONE e anche STRUMENTALIZZAZIONE sui media in riferimento al lavoro che si sta facendo da parte dei sei Comuni della Penisola Sorrentina per riorganizzare l'erogazione dei Servizi Sociali fin qui garantiti dal Piano Sociale di Zona (PSZ). Ragioni di natura organizzativo-gestionale e anche di modernizzazione degli strumenti a disposizione dei Comuni hanno indotto le Amministrazioni, invitate in tal senso anche dalla Regione Campania, Assessorato competente, a dotarsi di Aziende consortili preposte all'impiego delle cospicue risorse finanziarie con le quali si erogano le diverse prestazioni. L'ipotesi di costituire un'Azienda Speciale Consortile per la gestione dei servizi alla persona è stata oggetto di discussione sin dai primi incontri tra i Sindaci e definita nell'incontro di coordinamento istituzionale di tutti i primi cittadini tenutosi, da ultimo, in data 05.12.16. Ovviamente i provvedimenti inerenti l'approvazione della Convenzione per la costituzione della citata Azienda nonchè dello Statuto saranno posti all'attenzione dei Consigli comunali degli Enti interessati. Nell'occasione rappresento che solo nell'incontro tenutosi in data 01.12.16 presso il Comune di Sorrento tra i Segretari comunali e funzionari dei diversi Comuni interessati (al quale non hanno partecipato rappresentanti politici), il Dott. Ferraro, Segretario Generale dell'Ente, si è limitato a segnalare (a verbale e, precedentemente all'incontro, con comunicazione al sottoscritto) il recentissimo emendamento alla Legge di Bilancio, già licenziato dalla Camera dei Deputati che prevede (ove approvato definitivamente al Senato) la possibilità di costituire eventualmente ed alternativamente Consorzi ex art. 31 TUEL per i servizi sociali; tanto per ogni competente valutazione dei rappresentanti politici. Del tutto FALSA risulta essere, per quanto sopra esposto, l'informazione resa dal giornale di informazione locale Agorà informa, secondo cui "Vincenzo Iaccarino, e il suo Segretario generale, il dottor Michele Ferraro, hanno proposto di temporeggiare in attesa di valutare l’emendamento alla legge di stabilità". Quanto alla questione del Cordinatore del PSZ, Dott. Izzo, lo scrivente tiene a precisare ulteriormente, al fine di spegnere ogni polemica sul punto da parte di chi mira soltanto a trasformare tutto in un braccio di ferro e in uno scontro politico, in un "dietro-front" o "resa dignitosa" del sottoscritto, che: – il citato dipendente comunale rientrerà in servizio presso il Comune di Piano di Sorrento dal 01.01.2017 con la cessazione del periodo di distacco durato ben oltre un decennio presso il PSZ; in tal senso lo scrivente ha inoltrato formale nota, già in data 15.11.16, al Comune di Sorrento per indefettibile esigenza di assitente sociale (mansione detenuta dal dott. Izzo per profilo professionale) rilevata nell'organico comunale; tanto sulla scorta di plurime comunicazioni sul punto a firma del Segretario Generale ed, altresì, per assicurare la necessaria rotazione negli incarichi per come previsti dalla vigente normativa anticorruzione; – nell'occasione della riunione dei Sindaci del 05.12.16 presso il Comune di Sorrento, il sottoscritto ha preso atto, come tutti i presenti all’incontro, della riferita disponibilità del Comune di Sorrento di affidare l’attività di "traghettatore", ovvero di avvio dell’iter della costituenda Azienda Speciale Consortile, a Dirigente dell’Ente predetto (Sorrento). Per ora mi fermo qui con l'invito ai Giornalisti a contattarmi se intendono approfondire ulteriormente la problematica per quanto riguarda il Comune di Piano piuttosto che alimentare UN'INFORMAZIONE SBAGLIATA E DI FONTE INCERTA."