Positano, continuano i problemi per i disabili: i vettori delle scuole non funzionano. Come faranno a votare?

0

Continuano i problemi per i disabili a Positano. La nostra redazione ha più volte affrontato l’argomento, ovvero di come la vita per i diversamente abili che sono residenti nella città della Costiera non riescano ad usufruire dei servizi che dovrebbero essere garantiti loro, come a tutti i cittadini.

Da anni ormai Positanonews si è fatta portavoce di una lotta che continua aspramente, quella che spinge per garantire questi diritti essenziali. Chiediamo, ad esempio, da anni che venga istituita una strada adeguata alle esigenze delle persone diversamente abili per quanto riguarda il raggiungimento della spiaggia nei pressi della chiesa, dei bagni pubblici e la necessità, quindi, di abbattere le barriere architettoniche di Positano. Ora un nuovo, ma vecchio in realtà, problema, quello dei vettori meccanici delle scuole.

Il 4 dicembre gli italiani sono chiamati a votare per il Referendum e di conseguenza a nessuno dovrebbe essere interdetta la possibilità di farlo. Nelle scuole di Positano, però, le quali diverranno per l’occasione sedi elettorali, mancano i basilari accorgimenti del caso: i vettori meccanici posti nei pressi delle scale non funzionano, così come i corrimano elettronici, oltretutto non sono in funzione neanche gli ascensori (nella maggior parte dei casi è proprio assente).

L’Amministrazione ci fa sapere che si sta attivando per risolvere il problema, ma noi chiediamo di più. Chiediamo che venga preventivato un vero e proprio piano di legge, una disposizione uguale per ogni comune, che debba sconfiggere queste barriere architettoniche, la cui presenza nel 2016 è davvero inaccettabile.

Continuano i problemi per i disabili a Positano. La nostra redazione ha più volte affrontato l'argomento, ovvero di come la vita per i diversamente abili che sono residenti nella città della Costiera non riescano ad usufruire dei servizi che dovrebbero essere garantiti loro, come a tutti i cittadini.

Da anni ormai Positanonews si è fatta portavoce di una lotta che continua aspramente, quella che spinge per garantire questi diritti essenziali. Chiediamo, ad esempio, da anni che venga istituita una strada adeguata alle esigenze delle persone diversamente abili per quanto riguarda il raggiungimento della spiaggia nei pressi della chiesa, dei bagni pubblici e la necessità, quindi, di abbattere le barriere architettoniche di Positano. Ora un nuovo, ma vecchio in realtà, problema, quello dei vettori meccanici delle scuole.

Il 4 dicembre gli italiani sono chiamati a votare per il Referendum e di conseguenza a nessuno dovrebbe essere interdetta la possibilità di farlo. Nelle scuole di Positano, però, le quali diverranno per l'occasione sedi elettorali, mancano i basilari accorgimenti del caso: i vettori meccanici posti nei pressi delle scale non funzionano, così come i corrimano elettronici, oltretutto non sono in funzione neanche gli ascensori (nella maggior parte dei casi è proprio assente).

L'Amministrazione ci fa sapere che si sta attivando per risolvere il problema, ma noi chiediamo di più. Chiediamo che venga preventivato un vero e proprio piano di legge, una disposizione uguale per ogni comune, che debba sconfiggere queste barriere architettoniche, la cui presenza nel 2016 è davvero inaccettabile.