Positano, macchie strane in mare nella zona di Remmese a ridosso del Parco Marino di Punta Campanella

0

Positano, Costiera amalfitana. Ci troviamo a ridosso del Parco Marino di Punta Campanella, in un territorio UNESCO, Patrimonio dell’ Umanità, ma guardate che succede come scrive, e fotografa, Daniele Esposito presidente dell’ associazione Macchia Mediterranea : Oggi, verso le 12:15, un amico mi ha telefonato dicendomi che dalla strada statale, vedeva uno strano tubo giallo che serpeggiava sulla scogliera di Remmese, e che in corrispondenza del punto in cui spariva tra gli scogli, il mare stranamente si colorava di marrone. E poiché era troppo lontano per capire di cosa esattamente si trattasse, mi ha chiesto se potevo dare un’occhiata. Quello che ho visto è in queste foto. Ognuno è libero di trarre le proprie conclusioni. La cosa certa, è che se la strada pubblica, che conduce in questo luogo “pubblico”, sarebbe stata, dal Comune di Positano, resa di più facile e sicuro accesso, così com’è giusto che sia, sarebbe stato anche più probabile, che qualcuno in quel momento si poteva,magari per una salutare passeggiata, trovarsi lì, e che ora ci poteva aiutare a comprendere meglio, o per lo meno di permettere di andare, in modo celere, a controllare. Visto anche che, in quel momento, che le condizioni meteo marine rendevano difficile arrivarci via mare. Comunque, anche se non si ha alcuna certezza che si tratti di qualcosa di cui preoccuparsi, sarebbe opportuno che chi di dovere, vada ad accertarsi.

Positano, Costiera amalfitana. Ci troviamo a ridosso del Parco Marino di Punta Campanella, in un territorio UNESCO, Patrimonio dell' Umanità, ma guardate che succede come scrive, e fotografa, Daniele Esposito presidente dell' associazione Macchia Mediterranea : Oggi, verso le 12:15, un amico mi ha telefonato dicendomi che dalla strada statale, vedeva uno strano tubo giallo che serpeggiava sulla scogliera di Remmese, e che in corrispondenza del punto in cui spariva tra gli scogli, il mare stranamente si colorava di marrone. E poiché era troppo lontano per capire di cosa esattamente si trattasse, mi ha chiesto se potevo dare un’occhiata. Quello che ho visto è in queste foto. Ognuno è libero di trarre le proprie conclusioni. La cosa certa, è che se la strada pubblica, che conduce in questo luogo “pubblico”, sarebbe stata, dal Comune di Positano, resa di più facile e sicuro accesso, così com’è giusto che sia, sarebbe stato anche più probabile, che qualcuno in quel momento si poteva,magari per una salutare passeggiata, trovarsi lì, e che ora ci poteva aiutare a comprendere meglio, o per lo meno di permettere di andare, in modo celere, a controllare. Visto anche che, in quel momento, che le condizioni meteo marine rendevano difficile arrivarci via mare. Comunque, anche se non si ha alcuna certezza che si tratti di qualcosa di cui preoccuparsi, sarebbe opportuno che chi di dovere, vada ad accertarsi.