Pietrelcina: Concorso letterario su San Pio, annullo filatelico e consegna dossier

0

Si terrà il 26 novembre, alle ore 18,30, la serata di premiazione del Concorso letterario organizzato dal quotidiano dentroSalerno.it “Padre Pio, esempio di fede e santità per il nostro tempo”, patrocinato moralmente dal Comune di Pietrelcina. Il certame, nell’anno giubilare, allo scopo di accentare ulteriormente il valore della Misericordia, nella figura dello Stigmatizzato del Gargano, che Papa Francesco ha voluto come testimonial in tale occasione. Tantissimi i lavori pervenuti in Redazione e sottoposti al vaglio della giuria, costituita tra gli altri dai giornalisti Alberto De Rogatis e MariaPia Vicinanza. L’evento ha registrato un grande consenso anche da parte di enti, che hanno offerto il proprio patrocinio. Accanto alla Regione Campania, i Comuni di: Salerno, Cava de’ Tirreni, Vietri sul Mare, Giffoni Valle Piana, Roccapiemonte, San Cipriano Picentino, Pontecagnano Faiano, Pellezzano, Fisciano, Bellizzi e la Pro Loco Giovani di Olevano sul Tusciano, l’Autorità portuale di Salerno, il Popolo della Famiglia, l’Associazione Medici Artisti Salernitani, l’Hospitalitè Notre Dame de Lourdes, l’Ospitalità di Pompei, il Centro Artisti Salernitani, l’Associazione Nazionale Marinai, i gruppi di Preghiera Padre Pio, l’Associazione Khorakhanè. Inoltre parteciperanno i Sindaci dei Comuni di Bellizzi, Pontelatone, Castel di Sasso con le loro comunità. L’evento sarà preceduto dalla concelebrazione eucaristica alle ore 17,30, presso la Chiesa della Sacra Famiglia, Convento dei Frati Cappuccini, dove situata la reliquia di San Pio in una teca, l’osso ioide ed è sepolto Fra Modestino Fucci, che fu per tanti l’erede spirituale del Santo, benedicendo ed accogliendo centinaia di pellegrini alla portineria del Convento di San Giovanni Rotondo. Alla solenne Eucarestia, animata anche dai Medici Artisti Salernitani, prenderanno parte le numerose autorità politiche e religiose, che porgeranno anche un omaggio offertoriale ai Frati. Al termine, al Pala Vetro per l’inizio della premiazione del concorso. La serata, condotta dal Direttore del quotidiano dentroSalerno.it, Rita Occidente Lupo, registrerà anche un annullo storico filatelico, creato per l’occasione. In apertura, il Direttore consegnerà al Sindaco di Pietrelcina, Domenico Masone, a Fra Enzo Gaudio, Responsabile Regionale dei Gruppi di Preghiera di Padre Pio ed a Giulio Siena, direttore responsabile della rivista Casa Sollievo della Sofferenza, un dossier da lei redatto, con 50 testimonianze inedite di guarigioni ad opera del Santo, per gli Archivi sia della Casa Comunale, che del Convento di Pietrelcina nonché per la Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo, di cui Siena capo ufficio stampa. Altre due copie saranno poi consegnate a San Giovanni Rotondo successivamente, sia al Convento Santa Maria delle Grazie, che al Centro Gruppi di Preghiera di Casa Sollievo della Sofferenza. Le tre le copie saranno bollate, insieme alle cartoline grafiche, realizzate per l’occasione dall’artista Elena Ostrica, autrice anche della copertina del dossier. La serata proseguirà poi con la proclamazione dei vincitori per la sezione poesia e racconto, ai quali andranno non targhe e coppe, ma opere artistiche in ceramica, a tema con l’evento, oltre a sculture raffiguranti San Pio, dell’artista salernitano Alfredo Raiola. A conclusione, l’intervento di coloro che hanno portato San Pio alle glorie degli altari: Consiglia De Martino di Salerno, che con la sua guarigione portò alla proclamazione del Santo nell’albo dei Beati nel 1999 ed i genitori di Matteo Colella, il bambino che guarito dalla meningite nel 2002 segnò la proclamazione ufficiale della santità di Padre Pio, per cui Papa Wojtyla ne proclamò l’iscrizione nell’albo dei Santi. Anche Teresa Sorrentino, di Cava de’ Tirreni, porgerà la sua testimonianza da miracolata. Al termine, torta per tutti grazie alla storica Pasticceria Imperio di Mercato San Severino. Alla serata prenderanno parte anche numerosi esponenti del mondo artistico-culturale, oltre che devoti del Santo e pellegrini che dall’intera Regione hanno calendarizzato l’appuntamento, come occasione di turismo religioso e d’evento storico, a chiusura dell’Anno giubilare!Si terrà il 26 novembre, alle ore 18,30, la serata di premiazione del Concorso letterario organizzato dal quotidiano dentroSalerno.it “Padre Pio, esempio di fede e santità per il nostro tempo”, patrocinato moralmente dal Comune di Pietrelcina. Il certame, nell’anno giubilare, allo scopo di accentare ulteriormente il valore della Misericordia, nella figura dello Stigmatizzato del Gargano, che Papa Francesco ha voluto come testimonial in tale occasione. Tantissimi i lavori pervenuti in Redazione e sottoposti al vaglio della giuria, costituita tra gli altri dai giornalisti Alberto De Rogatis e MariaPia Vicinanza. L’evento ha registrato un grande consenso anche da parte di enti, che hanno offerto il proprio patrocinio. Accanto alla Regione Campania, i Comuni di: Salerno, Cava de’ Tirreni, Vietri sul Mare, Giffoni Valle Piana, Roccapiemonte, San Cipriano Picentino, Pontecagnano Faiano, Pellezzano, Fisciano, Bellizzi e la Pro Loco Giovani di Olevano sul Tusciano, l’Autorità portuale di Salerno, il Popolo della Famiglia, l’Associazione Medici Artisti Salernitani, l’Hospitalitè Notre Dame de Lourdes, l’Ospitalità di Pompei, il Centro Artisti Salernitani, l’Associazione Nazionale Marinai, i gruppi di Preghiera Padre Pio, l’Associazione Khorakhanè. Inoltre parteciperanno i Sindaci dei Comuni di Bellizzi, Pontelatone, Castel di Sasso con le loro comunità. L’evento sarà preceduto dalla concelebrazione eucaristica alle ore 17,30, presso la Chiesa della Sacra Famiglia, Convento dei Frati Cappuccini, dove situata la reliquia di San Pio in una teca, l’osso ioide ed è sepolto Fra Modestino Fucci, che fu per tanti l’erede spirituale del Santo, benedicendo ed accogliendo centinaia di pellegrini alla portineria del Convento di San Giovanni Rotondo. Alla solenne Eucarestia, animata anche dai Medici Artisti Salernitani, prenderanno parte le numerose autorità politiche e religiose, che porgeranno anche un omaggio offertoriale ai Frati. Al termine, al Pala Vetro per l’inizio della premiazione del concorso. La serata, condotta dal Direttore del quotidiano dentroSalerno.it, Rita Occidente Lupo, registrerà anche un annullo storico filatelico, creato per l’occasione. In apertura, il Direttore consegnerà al Sindaco di Pietrelcina, Domenico Masone, a Fra Enzo Gaudio, Responsabile Regionale dei Gruppi di Preghiera di Padre Pio ed a Giulio Siena, direttore responsabile della rivista Casa Sollievo della Sofferenza, un dossier da lei redatto, con 50 testimonianze inedite di guarigioni ad opera del Santo, per gli Archivi sia della Casa Comunale, che del Convento di Pietrelcina nonché per la Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo, di cui Siena capo ufficio stampa. Altre due copie saranno poi consegnate a San Giovanni Rotondo successivamente, sia al Convento Santa Maria delle Grazie, che al Centro Gruppi di Preghiera di Casa Sollievo della Sofferenza. Le tre le copie saranno bollate, insieme alle cartoline grafiche, realizzate per l’occasione dall’artista Elena Ostrica, autrice anche della copertina del dossier. La serata proseguirà poi con la proclamazione dei vincitori per la sezione poesia e racconto, ai quali andranno non targhe e coppe, ma opere artistiche in ceramica, a tema con l’evento, oltre a sculture raffiguranti San Pio, dell’artista salernitano Alfredo Raiola. A conclusione, l’intervento di coloro che hanno portato San Pio alle glorie degli altari: Consiglia De Martino di Salerno, che con la sua guarigione portò alla proclamazione del Santo nell’albo dei Beati nel 1999 ed i genitori di Matteo Colella, il bambino che guarito dalla meningite nel 2002 segnò la proclamazione ufficiale della santità di Padre Pio, per cui Papa Wojtyla ne proclamò l’iscrizione nell’albo dei Santi. Anche Teresa Sorrentino, di Cava de’ Tirreni, porgerà la sua testimonianza da miracolata. Al termine, torta per tutti grazie alla storica Pasticceria Imperio di Mercato San Severino. Alla serata prenderanno parte anche numerosi esponenti del mondo artistico-culturale, oltre che devoti del Santo e pellegrini che dall’intera Regione hanno calendarizzato l’appuntamento, come occasione di turismo religioso e d’evento storico, a chiusura dell’Anno giubilare!