Convegno”: Violenza sulle donne aspetti legali e psicologici “

0

 

Si terrà il giorno 26 novembre dalle 16:00 alle 18:00,presso la sede dell’Associazione Ninfea,ad Angri in via Cervinia 52, delle Dottoresse Esposito Fabiola e Bartoli Barbara ,un convegno  dal titolo :”Violenza sulle donne aspetti psicologici , legali e psicologici “,in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne,istituita dall’ONU nel 1999.Un momento di riflessione sulla condizione delle donne ,oggi, vittime quotidiane di  minacce,violenze e soprusi ,che molte volte terminano solo con la morte o il suicidio di molte di esse. Un argomento di grande attualità in cui si cercherà di porre all’attenzione delle tante donne come difendersi, ma soprattutto come uscire dai tanti “inferni” che vivono molte donne.

“Il fenomeno della violenza sulle donne-dichiara Fabiola Esposito psicologa e psicoterapeuta- ad oggi ricopre grande attenzione da un punto di vista sia legale che psicologico. Legale in quanto l’attenzione della giurisprudenza oggi è orientata molto più alla punizione di questo reato che fino a qualche tempo fa era considerato delitto passionale.E’ di pochi anni fa,infatti, la presenza del nostro codice penale del delitto doloso, che rende il nostro paese più vicino ad alcuni paesi ,soprattutto del nord-europa, che da anni, orami hanno nel loro codice penale questo delitto.Ma  importante  nelle gravi tragedie che sconvolgono la vita di una donna, è non solo occuparsi della vittima ,che molte volte non è consapevole del male  che riceve, ma anche del carnefice in quanto anche egli va curato. Soprattutto il carnefice da “tensionatore” perché,in una  ottica di cura bisogna giungere alla causa .”

Antonio Di Giovanni 

 

 

 

Si terrà il giorno 26 novembre dalle 16:00 alle 18:00,presso la sede dell’Associazione Ninfea,ad Angri in via Cervinia 52, delle Dottoresse Esposito Fabiola e Bartoli Barbara ,un convegno  dal titolo :”Violenza sulle donne aspetti psicologici , legali e psicologici “,in occasione della Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne,istituita dall’ONU nel 1999.Un momento di riflessione sulla condizione delle donne ,oggi, vittime quotidiane di  minacce,violenze e soprusi ,che molte volte terminano solo con la morte o il suicidio di molte di esse. Un argomento di grande attualità in cui si cercherà di porre all’attenzione delle tante donne come difendersi, ma soprattutto come uscire dai tanti “inferni” che vivono molte donne.

“Il fenomeno della violenza sulle donne-dichiara Fabiola Esposito psicologa e psicoterapeuta- ad oggi ricopre grande attenzione da un punto di vista sia legale che psicologico. Legale in quanto l'attenzione della giurisprudenza oggi è orientata molto più alla punizione di questo reato che fino a qualche tempo fa era considerato delitto passionale.E’ di pochi anni fa,infatti, la presenza del nostro codice penale del delitto doloso, che rende il nostro paese più vicino ad alcuni paesi ,soprattutto del nord-europa, che da anni, orami hanno nel loro codice penale questo delitto.Ma  importante  nelle gravi tragedie che sconvolgono la vita di una donna, è non solo occuparsi della vittima ,che molte volte non è consapevole del male  che riceve, ma anche del carnefice in quanto anche egli va curato. Soprattutto il carnefice da “tensionatore” perché,in una  ottica di cura bisogna giungere alla causa .”

Antonio Di Giovanni