Piano di Sorrento: Messa in sicurezza, il comune avvia i controlli sugli edifici

0

Il sindaco, sull’onda emotiva dei degli avvenimenti catastrofici legati al terremoto nell’Italia centrale, ha deciso di controllare tutti gli edifici pubblici, per controllare lo stato strutturale e eventuali necessità di adeguamento sismico in base alle normative vigenti in materia sismica successiva all’anno 2008,  quando entrato in vigore l’ultima normativa sismica.

Nel dettaglio sono 13 gli immobili che devono essere controllati, in particolar modo oltre alle strutture pubbliche, (Villa Fondi, biblioteca comunale, sede municipale ecc..) ci sono anche le scuole da mettere in sicurezza.

Sembrerebbe che l’unica scuola, strutturalmente sicura, è la scuola primaria dei Colli di San Pietro e la nuova struttura sorta nell’istituto scolastico Legittimo.

L’intervento sembra non esteso, a tutti gli altri immobili di proprietà comunale quali ad esempio le case popolari.

Il sindaco, sull'onda emotiva dei degli avvenimenti catastrofici legati al terremoto nell'Italia centrale, ha deciso di controllare tutti gli edifici pubblici, per controllare lo stato strutturale e eventuali necessità di adeguamento sismico in base alle normative vigenti in materia sismica successiva all'anno 2008,  quando entrato in vigore l'ultima normativa sismica.

Nel dettaglio sono 13 gli immobili che devono essere controllati, in particolar modo oltre alle strutture pubbliche, (Villa Fondi, biblioteca comunale, sede municipale ecc..) ci sono anche le scuole da mettere in sicurezza.

Sembrerebbe che l'unica scuola, strutturalmente sicura, è la scuola primaria dei Colli di San Pietro e la nuova struttura sorta nell'istituto scolastico Legittimo.

L'intervento sembra non esteso, a tutti gli altri immobili di proprietà comunale quali ad esempio le case popolari.