GUIDA MICHELIN ITALIA SECONDA NEL MONDO , PIOGGIA DI STELLE FRA LA COSTIERA AMALFITANA E SORRENTINA

0

Questa mattina martedì 15 novembre al Teatro Regio di Parma , si è tenuta la presentazione della Guida Michelin 2017 . L’Italia si conferma la seconda nazione al mondo, dopo la Francia, 343 i ristoranti premiati (294 a Una Stella, 41 a Due Stelle e 8 a Tre Stelle): confermati tutti gli otto ristoranti a Tre Stelle (Piazza Duomo ad Alba, Da Vittorio a Brusaporto, Dal Pescatore a Canneto Sull’Oglio, Reale a Castel di Sangro, Enoteca Pinchiorri a Firenze, Osteria Francescana a Modena, La Pergola a Roma e Le Calandre a Rubano), sono cinque le new entry nella categoria Due Stelle, mentre ben 28 sono i ristoranti ai quali viene assegnata una stella, 5 dei quali a Roma. La Campania con tre nuove stelle Veritas di Napoli, Piazzetta Milù di Castellamare e Il Mosaico dell’hotel Manzo di Ischia e un nuovo due stelle campano al Dani Maison di Nino Di Costanzo a Ischia. Sei ristoranti stellati in  Costiera amalfitana oltre alla storica La Caravella di Amalfi i due ristoranti di Positano La Sponda dell’hotel Le Sirenuse di Positano e lo Zass dell’hotel San Pietro di Positano. Il Faro di Capo d’Orso di Maiori, il Rossellini’s dell’hotel Palazzo Avino di Ravello e il ristorante Re Maurì di Vietri sul Mare.  Il Flauto di Pan dell’hotel Villa Cimbrone di Ravello perde la stella, mentre la Sponda a Positano la mantiene anche se non ha più lo chef  . Dieci ristoranti stellati in Penisola Sorrentina ( un record in Italia e in Europa come percentuali di ristoranti stellati ) di cui ben 4 a Massa Lubrense (una percentuale di stellati superiore a Napoli che ne ha 3, ndr)  3 a Vico Equense 2 a Sorrento 1 a Sant’Agnello

 39 le stelle  in Campania: Napoli e provincia se ne sono aggiudicate ben 23, Avellino 2, Benevento 1, Caserta 2 e Salerno 11

Vallesaccarda (AV) – Oasis-Sapori Antichi
Sorbo Serpico (AV) – Marennà
Telese (BN) – Krèsios
Caserta (CE) – Le Colonne
Vairano Patenora (CE) – Vairo del Volturno
Brusciano (NA) – Taverna Estia
Capri, Isola di Anacapri (NA) – L’Olivo
Capri, Isola di Anacapri (NA) 1 – Il Riccio
Castellammare di Stabia (NA) – Piazzetta Milù
Ischia, Casamicciola (NA) – Il Mosaico
Ischia (NA) – Danì Maison
Ischia, Isola di Lacco Ameno (NA) – Indaco
Massa Lubrense, Nerano (NA) – Quattro Passi
Massa Lubrense, Nerano (NA) – Taverna del Capitano
Massa Lubrense, Termini (NA) – Relais Blu
Massa Lubrense, Sant’Agata Sui Due Golfi (NA) – Don Alfonso 1890
Napoli – Il Comandante
Napoli – Palazzo Petrucci
Napoli – Veritas
Quarto (NA) – Sud
Sant’Agnello (NA) – Don Geppi
Sorrento (NA) – Il Buco
Sorrento (NA) – Terrazza Bosquet
Pompei (NA) – President
Vico Equense (NA) – Antica Osteria Nonna Rosa
Vico Equense (NA) – Maxi
Vico Equense, Marina Equa (NA) – Torre del Saracino
Capri (NA) – Mammà
Amalfi (SA) – La Caravella
Caggiano (SA) – Locanda Severino
Eboli (SA) – Il Papavero
Maiori (SA) – Il Faro di Capo d’Orso
Mercato San Severino (SA) – Casa del Nonno 13
Paestum (SA) – Le Trabe
Positano (SA) – La Sponda
Positano (SA) – Zass
Ravello (SA) – Rossellinis
Salerno (SA) – Re Maurì
Valva (SA) – Osteria Arbustico

 

Questa mattina martedì 15 novembre al Teatro Regio di Parma , si è tenuta la presentazione della Guida Michelin 2017 . L'Italia si conferma la seconda nazione al mondo, dopo la Francia, 343 i ristoranti premiati (294 a Una Stella, 41 a Due Stelle e 8 a Tre Stelle): confermati tutti gli otto ristoranti a Tre Stelle (Piazza Duomo ad Alba, Da Vittorio a Brusaporto, Dal Pescatore a Canneto Sull'Oglio, Reale a Castel di Sangro, Enoteca Pinchiorri a Firenze, Osteria Francescana a Modena, La Pergola a Roma e Le Calandre a Rubano), sono cinque le new entry nella categoria Due Stelle, mentre ben 28 sono i ristoranti ai quali viene assegnata una stella, 5 dei quali a Roma. La Campania con tre nuove stelle Veritas di Napoli, Piazzetta Milù di Castellamare e Il Mosaico dell'hotel Manzo di Ischia e un nuovo due stelle campano al Dani Maison di Nino Di Costanzo a Ischia. Sei ristoranti stellati in  Costiera amalfitana oltre alla storica La Caravella di Amalfi i due ristoranti di Positano La Sponda dell'hotel Le Sirenuse di Positano e lo Zass dell'hotel San Pietro di Positano. Il Faro di Capo d'Orso di Maiori, il Rossellini's dell'hotel Palazzo Avino di Ravello e il ristorante Re Maurì di Vietri sul Mare.  Il Flauto di Pan dell'hotel Villa Cimbrone di Ravello perde la stella, mentre la Sponda a Positano la mantiene anche se non ha più lo chef  . Dieci ristoranti stellati in Penisola Sorrentina ( un record in Italia e in Europa come percentuali di ristoranti stellati ) di cui ben 4 a Massa Lubrense (una percentuale di stellati superiore a Napoli che ne ha 3, ndr)  3 a Vico Equense 2 a Sorrento 1 a Sant'Agnello

 39 le stelle  in Campania: Napoli e provincia se ne sono aggiudicate ben 23, Avellino 2, Benevento 1, Caserta 2 e Salerno 11

Vallesaccarda (AV) – Oasis-Sapori Antichi
Sorbo Serpico (AV) – Marennà
Telese (BN) – Krèsios
Caserta (CE) – Le Colonne
Vairano Patenora (CE) – Vairo del Volturno
Brusciano (NA) – Taverna Estia
Capri, Isola di Anacapri (NA) – L'Olivo
Capri, Isola di Anacapri (NA) 1 – Il Riccio
Castellammare di Stabia (NA) – Piazzetta Milù
Ischia, Casamicciola (NA) – Il Mosaico
Ischia (NA) – Danì Maison
Ischia, Isola di Lacco Ameno (NA) – Indaco
Massa Lubrense, Nerano (NA) – Quattro Passi
Massa Lubrense, Nerano (NA) – Taverna del Capitano
Massa Lubrense, Termini (NA) – Relais Blu
Massa Lubrense, Sant'Agata Sui Due Golfi (NA) – Don Alfonso 1890
Napoli – Il Comandante
Napoli – Palazzo Petrucci
Napoli – Veritas
Quarto (NA) – Sud
Sant'Agnello (NA) – Don Geppi
Sorrento (NA) – Il Buco
Sorrento (NA) – Terrazza Bosquet
Pompei (NA) – President
Vico Equense (NA) – Antica Osteria Nonna Rosa
Vico Equense (NA) – Maxi
Vico Equense, Marina Equa (NA) – Torre del Saracino
Capri (NA) – Mammà
Amalfi (SA) – La Caravella
Caggiano (SA) – Locanda Severino
Eboli (SA) – Il Papavero
Maiori (SA) – Il Faro di Capo d'Orso
Mercato San Severino (SA) – Casa del Nonno 13
Paestum (SA) – Le Trabe
Positano (SA) – La Sponda
Positano (SA) – Zass
Ravello (SA) – Rossellinis
Salerno (SA) – Re Maurì
Valva (SA) – Osteria Arbustico