Vico Equense. Aria di novità al Convento dei Frati Minimi di San Vito. Nuovo stemma e nuovi ingressi

0

Un nuovo stemma per la Comunità dei Frati Minimi di San Vito a Vico Equense. Il nuovo emblema per la “Comunità Ecclesiale di San Vito Martire”, dal nome del suo titolare,  servirà a mantenere ed esprimere inalterato nel tempo un fermo riferimento significativo per la comunità vicana. In tal senso anche la Comunità di S. Vito potrà finalmente riconoscersi nel proprio stemma, che contiene i diversi riferimenti della realtà umana, civile e religiosa a cui si riferisce. Elemento principale dell’emblema risulta essere la palma, simbolo per eccellenza del Martirio e chiaro riferimento a San Vito, Titolare della Comunità. La palma si staglia su un campo azzurro, accostandosi ad una stella d’oro a otto punte e una luna d’argento crescente, elementi che indicano la forte devozione della Comunità alla Vergine Immacolata. Nella punta dello scudo si scorgono le onde, a significare il mare che fa da cornice alla meravigliosa costa di Vico Equense. Nella parte superiore, capo dello scudo, su un campo rosso fuoco risplende il sole d’oro del CARITAS, motto ed emblema dell’Ordine dei Minimi ai quali è affidata la cura pastorale della Comunità Ecclesiale di San Vito.

Come scrivemmo il 1° ottobre scorso durante il capitolo Provinciale della Provincia Religiosa dei Frati Minimi di Santa Maria della Stella di Napoli che comprende la Campania, la Sicilia e la Repubblica Democratica del Congo tenutosi nella settimana dello scorso 19 settembre a Massa Lubrense per eleggere il nuovo padre provinciale, eleggendo il M. R. P. Saverio Maria Cento Correttore Provinciale, posto che ha succeduto a Padre Damiano la Rosa, ha spostato e cambiato i vertici di alcuni conventi della provincia religiosa.
 
Infatti dopo 9 anni di ministero al Convento dei Minimi vicano padre Gianfranco Scarpitta venne trasferito come Superiore del convento e Rettore della Basilica di Santa Maria di Pozzano alle porte di Castellammare di Stabia. A San Vito venne nominato come nuovo Superiore padre Mario D’Auria, 75 anni, nativo di Sant’Antonio Abate in provincia di Napoli, già Superiore Provinciale dei frati minimi dal 1992 al 1998 poi 15 anni nel Convento di Marsala come padre superiore e negli ultimi tre anni in missione in Africa nella Repubblica Democratica del Congo (a cui appartiene la provincia).

Il nuovo Superiore di San Vito è accompagnato dal diacono Fra’ Federico Maria Rubino (in foto) che ha ricevuto il ministero del diaconato il 24 maggio scorso presso la Basilica Reale e Pontificia di San Francesco di Paola in Napoli. Fra’ Federico e’ conosciuto e apprezzato nell’Ordine e nella città partenopea per la sua ottima preparazione liturgica prestata come cerimoniere presso la Basilica Reale e Pontificia di San Francesco di Paola in Napoli. Il prossimo venerdì 18 novembre 2016 alle ore 18 sempre presso la Basilica Reale e Pontificia di San Francesco di Paola in Napoli verrà ordinato presbitero per l’imposizione delle mani e la preghiera consacratoria di Sua ecc.nza rev.ma monsignor Francesco Fiorini Morosini, nato a Paola (paese calabrese in provincia di Cosenza natio di San Francesco), arcivescovo metropolita di Reggio Calabria-Bova, già superiore generale dell’Ordine dei Minimi di San Francesco di Paola dal 1994 al 2006 per due mandati, eletto nel 2008 vescovo di Locri-Gerace poi nel 2013 promosso arcivescovo da papa Francesco.
 
Fra Federico celebrerà la sua Prima Messa il giorno dopo l’ordinazione, sabato 19 novembre 2016 alle ore 18 nell’ex Cattedrale della SS. Annunziata di Vico Equense e domenica 20 alle ore 18 nella “sua” comunità di San Vito.

Un nuovo stemma per la Comunità dei Frati Minimi di San Vito a Vico Equense. Il nuovo emblema per la "Comunità Ecclesiale di San Vito Martire", dal nome del suo titolare,  servirà a mantenere ed esprimere inalterato nel tempo un fermo riferimento significativo per la comunità vicana. In tal senso anche la Comunità di S. Vito potrà finalmente riconoscersi nel proprio stemma, che contiene i diversi riferimenti della realtà umana, civile e religiosa a cui si riferisce. Elemento principale dell’emblema risulta essere la palma, simbolo per eccellenza del Martirio e chiaro riferimento a San Vito, Titolare della Comunità. La palma si staglia su un campo azzurro, accostandosi ad una stella d’oro a otto punte e una luna d’argento crescente, elementi che indicano la forte devozione della Comunità alla Vergine Immacolata. Nella punta dello scudo si scorgono le onde, a significare il mare che fa da cornice alla meravigliosa costa di Vico Equense. Nella parte superiore, capo dello scudo, su un campo rosso fuoco risplende il sole d’oro del CARITAS, motto ed emblema dell’Ordine dei Minimi ai quali è affidata la cura pastorale della Comunità Ecclesiale di San Vito.

Come scrivemmo il 1° ottobre scorso durante il capitolo Provinciale della Provincia Religiosa dei Frati Minimi di Santa Maria della Stella di Napoli che comprende la Campania, la Sicilia e la Repubblica Democratica del Congo tenutosi nella settimana dello scorso 19 settembre a Massa Lubrense per eleggere il nuovo padre provinciale, eleggendo il M. R. P. Saverio Maria Cento Correttore Provinciale, posto che ha succeduto a Padre Damiano la Rosa, ha spostato e cambiato i vertici di alcuni conventi della provincia religiosa.
 
Infatti dopo 9 anni di ministero al Convento dei Minimi vicano padre Gianfranco Scarpitta venne trasferito come Superiore del convento e Rettore della Basilica di Santa Maria di Pozzano alle porte di Castellammare di Stabia. A San Vito venne nominato come nuovo Superiore padre Mario D'Auria, 75 anni, nativo di Sant'Antonio Abate in provincia di Napoli, già Superiore Provinciale dei frati minimi dal 1992 al 1998 poi 15 anni nel Convento di Marsala come padre superiore e negli ultimi tre anni in missione in Africa nella Repubblica Democratica del Congo (a cui appartiene la provincia).

Il nuovo Superiore di San Vito è accompagnato dal diacono Fra' Federico Maria Rubino (in foto) che ha ricevuto il ministero del diaconato il 24 maggio scorso presso la Basilica Reale e Pontificia di San Francesco di Paola in Napoli. Fra' Federico e' conosciuto e apprezzato nell'Ordine e nella città partenopea per la sua ottima preparazione liturgica prestata come cerimoniere presso la Basilica Reale e Pontificia di San Francesco di Paola in Napoli. Il prossimo venerdì 18 novembre 2016 alle ore 18 sempre presso la Basilica Reale e Pontificia di San Francesco di Paola in Napoli verrà ordinato presbitero per l'imposizione delle mani e la preghiera consacratoria di Sua ecc.nza rev.ma monsignor Francesco Fiorini Morosini, nato a Paola (paese calabrese in provincia di Cosenza natio di San Francesco), arcivescovo metropolita di Reggio Calabria-Bova, già superiore generale dell'Ordine dei Minimi di San Francesco di Paola dal 1994 al 2006 per due mandati, eletto nel 2008 vescovo di Locri-Gerace poi nel 2013 promosso arcivescovo da papa Francesco.
 
Fra Federico celebrerà la sua Prima Messa il giorno dopo l'ordinazione, sabato 19 novembre 2016 alle ore 18 nell'ex Cattedrale della SS. Annunziata di Vico Equense e domenica 20 alle ore 18 nella "sua" comunità di San Vito.