Juve Stabia agguanta il pari con la Casertana con Ginestra e continua la serie positiva

0

 CASERTA. Finisce in parità il derby tra Casertana e Juve Stabia al termine di un match vibrante dove non sono mancate le emozioni da ambo le parti. Risultato sostanzialmente giusto anche se sulla gara pesa inevitabilmente l’espulsione di Carriero giunta a metà ripresa con il punteggio che vedeva la Casertana ancora in vantaggio. Ginestra, autore di una paio di interventi prodigiosi, e Sandomenico, vera spina nel fianco della difesa rossoblù, i migliori in campo. È la Juve Stabia a prendere subito il pallino del gioco e all’8′, dopo una rete annullata a Ripa per fuorigioco dello stesso attaccante stabiese, è Mastalli a rendersi pericoloso con una conclusione dai sedici metri che termina alta sulla traversa. La Casertana preferisce agire di rimessa e proprio su una di queste azioni al quarto d’ora va assai vicina al gol con Carlini che si vede intercettare da Russo il filtrante che avrebbe messo l’accorrente Corado nelle condizioni di battere a porta vuota. L’occasione sfumata infonde coraggio alla compagine di casa che al 23′ va proprio a un passo dal bersaglio con Rainone il cui colpo di testa su traversone di Pezzella viene letteralmente tolto dalla porta da Russo che si ripete sul tap-in di Orlando. E’ solo l’anteprima del vantaggio rossoblù maturato sul conseguente tiro dalla bandierina battuto da Carlini con Corado che anticipa tutti e di testa e trafigge l’incolpevole Russo. La formazione stabiese prova a reagire ma bisogna aspettare il 34′ per assistere a un’azione pericolosa con un colpo di testa di Ripa da sotto misura che si perde alto sulla traversa. Al 39′ è Sandomenico, di gran lunga il più reattivo dei suoi, a provarci dal vertice sinistro dell’area di rigore ma la mira è imprecisa. Nel finale del tempo, però, altra occasione per la Casertana con Rajcic che di testa sugli sviluppi di un calcio d’angolo manca la deviazione vincente. Nella ripresa la Juve Stabia si getta a capofitto alla ricerca del pari e all’8′ ci va davvero vicinissima. Ripa, pescato in area dal solito Sandomenico, tocca in area per l’accorrente Izzillo che si vede incredibilmente respingere la conclusione a botta sicura da uno strepitoso Ginestra. La Casertana, però, non sta a guardare e al 13′ è ancora Rajcic a mettere i brividi alla difesa ospite con un colpo di testa deviato in angolo da Russo. Subito dopo, però, la Casertana resta in dieci uomini per l’espulsione di Carriero, al suoi secondo giallo per simulazione. L’uomo in più mette le ali alla Juve Stabia che, però, al 26′ rischia di capitolare nuovamente con Corado che non trova la coordinazione per battere a rete da due passi su passaggio un po’ troppo arretrato di Matute. Alla mezz’ora, però, Ripa si divora la rete del pari mettendo a lato da due passi al termine di un’azione magistrale iniziata da Capodaglio e rifinita da Sandomenico. E’ il prologo del pari stabiese che giunge puntuale al 32′ con una prodezza di Mastalli che dai venticinque metri con un missile trova l’incrocio dei pali rendendo inutile il volo di Ginestra. Juve Stabia galvanizzata dal pari e al 40′ è ancora Ginestra a salvare la propria rete su Kanoute. Ma è l’ultimo brivido della gara Riccardo Marocco il Mattino 

 CASERTA. Finisce in parità il derby tra Casertana e Juve Stabia al termine di un match vibrante dove non sono mancate le emozioni da ambo le parti. Risultato sostanzialmente giusto anche se sulla gara pesa inevitabilmente l'espulsione di Carriero giunta a metà ripresa con il punteggio che vedeva la Casertana ancora in vantaggio. Ginestra, autore di una paio di interventi prodigiosi, e Sandomenico, vera spina nel fianco della difesa rossoblù, i migliori in campo. È la Juve Stabia a prendere subito il pallino del gioco e all'8', dopo una rete annullata a Ripa per fuorigioco dello stesso attaccante stabiese, è Mastalli a rendersi pericoloso con una conclusione dai sedici metri che termina alta sulla traversa. La Casertana preferisce agire di rimessa e proprio su una di queste azioni al quarto d'ora va assai vicina al gol con Carlini che si vede intercettare da Russo il filtrante che avrebbe messo l'accorrente Corado nelle condizioni di battere a porta vuota. L'occasione sfumata infonde coraggio alla compagine di casa che al 23' va proprio a un passo dal bersaglio con Rainone il cui colpo di testa su traversone di Pezzella viene letteralmente tolto dalla porta da Russo che si ripete sul tap-in di Orlando. E' solo l'anteprima del vantaggio rossoblù maturato sul conseguente tiro dalla bandierina battuto da Carlini con Corado che anticipa tutti e di testa e trafigge l'incolpevole Russo. La formazione stabiese prova a reagire ma bisogna aspettare il 34' per assistere a un'azione pericolosa con un colpo di testa di Ripa da sotto misura che si perde alto sulla traversa. Al 39' è Sandomenico, di gran lunga il più reattivo dei suoi, a provarci dal vertice sinistro dell'area di rigore ma la mira è imprecisa. Nel finale del tempo, però, altra occasione per la Casertana con Rajcic che di testa sugli sviluppi di un calcio d'angolo manca la deviazione vincente. Nella ripresa la Juve Stabia si getta a capofitto alla ricerca del pari e all'8' ci va davvero vicinissima. Ripa, pescato in area dal solito Sandomenico, tocca in area per l'accorrente Izzillo che si vede incredibilmente respingere la conclusione a botta sicura da uno strepitoso Ginestra. La Casertana, però, non sta a guardare e al 13' è ancora Rajcic a mettere i brividi alla difesa ospite con un colpo di testa deviato in angolo da Russo. Subito dopo, però, la Casertana resta in dieci uomini per l'espulsione di Carriero, al suoi secondo giallo per simulazione. L'uomo in più mette le ali alla Juve Stabia che, però, al 26' rischia di capitolare nuovamente con Corado che non trova la coordinazione per battere a rete da due passi su passaggio un po' troppo arretrato di Matute. Alla mezz'ora, però, Ripa si divora la rete del pari mettendo a lato da due passi al termine di un'azione magistrale iniziata da Capodaglio e rifinita da Sandomenico. E' il prologo del pari stabiese che giunge puntuale al 32' con una prodezza di Mastalli che dai venticinque metri con un missile trova l'incrocio dei pali rendendo inutile il volo di Ginestra. Juve Stabia galvanizzata dal pari e al 40' è ancora Ginestra a salvare la propria rete su Kanoute. Ma è l'ultimo brivido della gara Riccardo Marocco il Mattino