Massa Lubrense , Patto con la Città dopo l’intervista a Positanonews “Insigne non farà il Grillo Parlante”

0

Massa Lubrense, Penisola Sorrentina Il “Grillo Parlante” col quale abbiamo titolato la nostra intervista ad Aldo Insigne assessore dimissionario dell’amministrazione Balduccelli ha colpito, sia la minoranza, che invita Insigne a star con loro, sia la maggioranza con il gruppo de Il Patto con la Città, che dopo le accettazioni delle dimissioni da parte di Balduccelli, ha fatto una lettera aperta ad Insigne : Abbiamo vissuto con grande partecipazione emotiva la vicenda legata alle dimissioni di Aldo Insigne, che per noi era e resta “un compagno” di quella cordata che ha condiviso un progetto amministrativo finalizzato al cambiamento ed al progresso di Massa Lubrense. In questo breve periodo sia di campagna elettorale che di vita amministrativa, abbiamo avuto modo di apprezzarne la generosità e l’ impegno inteso a centrare in breve tempo gli obiettivi programmatici. Possiamo sicuramente affermare che anche noi, come lui, abbiamo “fame” di risultati da raggiungere nel breve e medio termine. Pur tuttavia ci siamo dovuti adeguare, nostro malgrado, alla lentezza imposta dalla burocrazia ed alla vincolistica dettata dalle norme in vigore, moltiplicando gli sforzi, fedeli al mandato conferitoci dagli elettori, senza mai rassegnarci e, soprattutto, senza mai pensare di buttare la spugna. Per governare responsabilmente bisogna trovare quel giusto equilibrio che consente di produrre il massimo possibile anche sottostando alla burocrazia ed alla legislazione amministrativa, senza dubbio asfissianti. Siamo convinti che a questa logica si sia ispirato il Sindaco fino ad oggi e perciò mai, come in questo momento, ci siamo sentiti così vicini a lui, pronti a combattere insieme fino alla fine del quinquennio e, perché no, ad impegnarci anche per determinare la semplificazione del sistema. Restiamo altresì convinti che anche Aldo Insigne non vestirà i panni del “grillo parlante” ma che continuerà a lottare per il bene del nostro magnifico Comune, qualunque sarà il ruolo che intenderà ricucirsi, cosi come ci rifiutiamo di credere che un diverso approccio alla macchina amministrativa possa determinare una caduta dei sentimenti di amicizia e di stima che noi tutti riteniamo ben solidi.

Massa Lubrense, Penisola Sorrentina Il "Grillo Parlante" col quale abbiamo titolato la nostra intervista ad Aldo Insigne assessore dimissionario dell'amministrazione Balduccelli ha colpito, sia la minoranza, che invita Insigne a star con loro, sia la maggioranza con il gruppo de Il Patto con la Città, che dopo le accettazioni delle dimissioni da parte di Balduccelli, ha fatto una lettera aperta ad Insigne : Abbiamo vissuto con grande partecipazione emotiva la vicenda legata alle dimissioni di Aldo Insigne, che per noi era e resta “un compagno” di quella cordata che ha condiviso un progetto amministrativo finalizzato al cambiamento ed al progresso di Massa Lubrense. In questo breve periodo sia di campagna elettorale che di vita amministrativa, abbiamo avuto modo di apprezzarne la generosità e l’ impegno inteso a centrare in breve tempo gli obiettivi programmatici. Possiamo sicuramente affermare che anche noi, come lui, abbiamo “fame” di risultati da raggiungere nel breve e medio termine. Pur tuttavia ci siamo dovuti adeguare, nostro malgrado, alla lentezza imposta dalla burocrazia ed alla vincolistica dettata dalle norme in vigore, moltiplicando gli sforzi, fedeli al mandato conferitoci dagli elettori, senza mai rassegnarci e, soprattutto, senza mai pensare di buttare la spugna. Per governare responsabilmente bisogna trovare quel giusto equilibrio che consente di produrre il massimo possibile anche sottostando alla burocrazia ed alla legislazione amministrativa, senza dubbio asfissianti. Siamo convinti che a questa logica si sia ispirato il Sindaco fino ad oggi e perciò mai, come in questo momento, ci siamo sentiti così vicini a lui, pronti a combattere insieme fino alla fine del quinquennio e, perché no, ad impegnarci anche per determinare la semplificazione del sistema. Restiamo altresì convinti che anche Aldo Insigne non vestirà i panni del “grillo parlante” ma che continuerà a lottare per il bene del nostro magnifico Comune, qualunque sarà il ruolo che intenderà ricucirsi, cosi come ci rifiutiamo di credere che un diverso approccio alla macchina amministrativa possa determinare una caduta dei sentimenti di amicizia e di stima che noi tutti riteniamo ben solidi.