Via al bonus di 500 euro per i 18enni del 2016, ma è necessario lo spid. Iscrizioni impossibili senza identità digitale

0

Il bonus 18enni, destinato a chi diventa maggiorenne nel 2016 e che permette di ottenere 500 euro da spendere in cinema, concerti, eventi culturali, libri, musei, monumenti e teatri, è arrivato. Il governo ha risolto gli ultimi problemi operativi e da ieri chi si registra all’applicazione web 18app (c’è tempo fino al 31 gennaio 2017 e poi fino al 31 dicembre 2017 per investire i soldi) può finalmente cominciare a divertirsi. Prima, tuttavia, occorre aver ottenuto la propria identità Spid: Sistema pubblico di identità digitale. E per farlo bisogna rivolgersi a uno dei quattro identity provider: InfoCert, Sielteid, Tim e Poste italiane. La procedura varia a seconda del provider: con Sielte, ad esempio, è possibile registrarsi gratuitamente via webcam o di persona mentre con InfoCert la registrazione via webcam ha un costo di 9,90 euro mentre di persona è gratis. Se si sceglie Poste, occorre registrarsi preventivamente online e poi recarsi in un ufficio mentre con Tim per ora la procedura è online ma serve la carta di identità elettronica. Sono oltre mille gli esercenti che hanno aderito all’iniziativa culturale nella quale è incluso praticamente tutto, tranne l’acquisto cd e dvd. Gli importi dei buoni da 500 euro verranno scalati dal portafoglio esclusivamente al momento della validazione da parte dell’esercente (sia fisici che online). E in qualunque momento si può decidere di annullare un buono non ancora validato e crearne un altro, sempre nel limite di spesa. (Michele Di Branco – Il Mattino)

Il bonus 18enni, destinato a chi diventa maggiorenne nel 2016 e che permette di ottenere 500 euro da spendere in cinema, concerti, eventi culturali, libri, musei, monumenti e teatri, è arrivato. Il governo ha risolto gli ultimi problemi operativi e da ieri chi si registra all’applicazione web 18app (c’è tempo fino al 31 gennaio 2017 e poi fino al 31 dicembre 2017 per investire i soldi) può finalmente cominciare a divertirsi. Prima, tuttavia, occorre aver ottenuto la propria identità Spid: Sistema pubblico di identità digitale. E per farlo bisogna rivolgersi a uno dei quattro identity provider: InfoCert, Sielteid, Tim e Poste italiane. La procedura varia a seconda del provider: con Sielte, ad esempio, è possibile registrarsi gratuitamente via webcam o di persona mentre con InfoCert la registrazione via webcam ha un costo di 9,90 euro mentre di persona è gratis. Se si sceglie Poste, occorre registrarsi preventivamente online e poi recarsi in un ufficio mentre con Tim per ora la procedura è online ma serve la carta di identità elettronica. Sono oltre mille gli esercenti che hanno aderito all’iniziativa culturale nella quale è incluso praticamente tutto, tranne l’acquisto cd e dvd. Gli importi dei buoni da 500 euro verranno scalati dal portafoglio esclusivamente al momento della validazione da parte dell’esercente (sia fisici che online). E in qualunque momento si può decidere di annullare un buono non ancora validato e crearne un altro, sempre nel limite di spesa. (Michele Di Branco – Il Mattino)