Bozzaotre: “Caremar, cambieranno gli orari e verrà colmato lo storico buco tra le 12.40 e le 14.40.

0

03/11/2016 – Intervenendo in merito all’entrata in vigore a partire dal 4 novembre degli orari invernali della Caremar, il vicesindaco e assessore alla mobilità del Comune di Capri Roberto Bozzzotre annuncia modifiche degli orari: “L’orario delle navi non sarà uguale allo scorso anno. Si è in attesa di tutti i pareri, quindi ritornerà la prima nave veloce da Napoli alle 5.35 per tutto il periodo invernale e ci saranno modifiche anche per quanto attiene l’itinerario della nave lenta. Siamo in attesa dell’ufficialità, queste modifiche permetteranno di colmare il buco che da tanti anni c’era tra le 12.40 e le 14.20”. Quanto allo slittamento a metà novembre dei nuovi orari delle altre compagnie, che ha determinato il malcontento dei pendolari, Bozzatore dice: “E’ sicuramente ingiusta questa vicenda della proroga perché crea un danno ai pendolari. Tuttavia normativamente questa differenza è dovuta al fatto che, mentre con la Caremar la Regione ha un contratto di servizio ( può imporre orari, obblighi di servizio, comminare sanzioni ecc), con le altre compagnie non esiste alcun contratto di servizio in virtù di una sentenza pubblicata alla fine del 2014 che impedisce alla Regione di imporre obblighi di servizio alle compagnie vista la totale liberalizzazione del settore del cabotaggio marittimo. La Regione e le amministrazioni di Capri ed Anacapri hanno impugnato tale sentenza, ma purtroppo anche il Consiglio di Stato ha dato ragione alle compagnie”.

INFORMATORE POPOLARE

03/11/2016 – Intervenendo in merito all'entrata in vigore a partire dal 4 novembre degli orari invernali della Caremar, il vicesindaco e assessore alla mobilità del Comune di Capri Roberto Bozzzotre annuncia modifiche degli orari: "L'orario delle navi non sarà uguale allo scorso anno. Si è in attesa di tutti i pareri, quindi ritornerà la prima nave veloce da Napoli alle 5.35 per tutto il periodo invernale e ci saranno modifiche anche per quanto attiene l'itinerario della nave lenta. Siamo in attesa dell'ufficialità, queste modifiche permetteranno di colmare il buco che da tanti anni c'era tra le 12.40 e le 14.20". Quanto allo slittamento a metà novembre dei nuovi orari delle altre compagnie, che ha determinato il malcontento dei pendolari, Bozzatore dice: "E' sicuramente ingiusta questa vicenda della proroga perché crea un danno ai pendolari. Tuttavia normativamente questa differenza è dovuta al fatto che, mentre con la Caremar la Regione ha un contratto di servizio ( può imporre orari, obblighi di servizio, comminare sanzioni ecc), con le altre compagnie non esiste alcun contratto di servizio in virtù di una sentenza pubblicata alla fine del 2014 che impedisce alla Regione di imporre obblighi di servizio alle compagnie vista la totale liberalizzazione del settore del cabotaggio marittimo. La Regione e le amministrazioni di Capri ed Anacapri hanno impugnato tale sentenza, ma purtroppo anche il Consiglio di Stato ha dato ragione alle compagnie".

INFORMATORE POPOLARE